Voragine nei conti di Fincalabra, l’ex presidente Mannarino condannato a maxi risarcimento

Dovrà restituire oltre un milione e mezzo di euro per una serie di operazioni ad alto rischio che hanno creato un buco finanziario nei conti dell’ente in house della Regione Calabria

L’ex presidente della Fincalabra, Luca Mannarino, è stato condannato dalla Corte dei Conti ad un maxi risarcimento. Dovrà infatti sborsare un milione e mezzo di euro per le operazioni ad alto rischio che hanno provocato una voragine nei bilanci dell’ente in house della Regione Calabria deputata alla gestione delle risorse finanziarie. Mannarino è stato condannato a titolo di dolo insieme ad altri due ex membri del Consiglio d’amministrazione, Marcello Martino e Pio Turano. Nei loro confronti i magistrati contabili hanno disposto un risarcimento pari al 10%, ovvero circa 155 mila euro.

LEGGI QUI | Fondi distratti a Fincalabra, rinviati a giudizio tutti gli indagati

LEGGI QUI | Bufera giudiziaria su Fincalabra, 46 milioni di euro giocati in borsa. Ci sono 5 indagati (NOMI)