Cortometraggio a Monterosso contro il bullismo con il regista Tony Sperandeo

I monterossini attendono l’arrivo del regista con grande fermento ed entusiasmo, pronti ad accoglierlo con il calore che sono soliti riservare agli ospiti

Arriverà a Monterosso l’attore Tony Sperandeo, che reciterà in un cortometraggio contro il bullismo che verrà girato proprio a Monterosso Calabro. Il cortometraggio (per la produzione di Pasquale Arnone e la regia di Enzo Carone) avrà anche altri interpreti, del calibro di Francesca Pastore, Barbara Bacci, Marcello Arnone, Barbara Bruni e Antonio Conti. Produttore e regista hanno deciso, dopo diverse visite, di girare il cortometraggio proprio a Monterosso perché attratti dalle bellezze del centro storico, ricco di storia e di meraviglie, ideale per essere raccontato in un film.




I monterossini attendono l’arrivo del regista con grande fermento ed entusiasmo, pronti ad accoglierlo con il calore che sono soliti riservare agli ospiti. Il paese, dunque, si appresta a realizzare il sogno perseguito dall’amministrazione dell’attuale sindaco Antonio Giacomo Lampasi, ossia quello di diventare un set cinematografico a cielo aperto. Il sogno iniziò con il concorso “L’arte del corto…”, kermesse di cortometraggi girati da giovani calabresi a Monterosso. L’idea ebbe un grande successo, tanto che ad oggi il concorso è divenuto un Festival di rilievo in tutta la Calabria. L’arrivo di registi e di attori nazionali, pronti a girare un cortometraggio a Monterosso, conferma lo stesso in un ruolo ragguardevole nei maggiori ambienti della cultura italiana.