Fermati con 29 quintali carne, tre persone denunciate per macellazione clandestina

Sorpresi mentre stavano trasportando carne equina priva di tracciabilità e di dubbia provenienza. Evitato che giungesse sulle tavolo di ignari cittadini

Tre persone sono state denunciate per macellazione clandestina dalla Polstrada di Reggio Calabria in collaborazione con i carabinieri forestali. Gli agenti hanno fermato per controllo, nei pressi degli imbarcaderi di Villa San Giovanni un autocarro, con a bordo tre cittadini campani, che trasportavano 29 quintali di carne equina destinata al mercato siciliano.




Da un controllo sulla documentazione in possesso sono emersi dubbi sulla provenienza della carne. I tre sono stati accompagnati negli uffici della Polizia Stradale di Reggio Calabria per accertamenti più approfonditi. Dagli accertamenti è scaturito che la carne equina trasportata era priva di bollatura sanitaria idonea alla tracciatura del macello e alla provenienza. Sono stati quindi disposti il sequestro della carne e l’immediata distruzione. I tre dovranno rispondere di macellazione clandestina, e pagare sanzioni amministrative per un ammontare totale di 12.000 euro.