Furti nei cantieri autostradali, blitz della Polstrada di Vibo: ecco chi sono le persone arrestate (NOMI-FOTO-VIDEO)

L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Palmi, ruota su una serie di furti commessi ai danni di imprese private, alcune delle quali subappaltatrici di lavori dell’Anas lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria

Sette arresti e due obblighi di dimora. Sono queste le misure cautelari emesse dal gip del Tribunale di Palmi nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Polstrada di Vibo Valentia che ha portato al blitz messo a segno all’alba di oggi tra la Calabria e la Lombardia. In azione sono entrati gli uomini della sezione vibonese della polizia stradale, assistiti dai colleghi di Catanzaro, Milano, Brescia e dalle sottosezioni di Lamezia e Palmi. I reati contestati sono associazione a delinquere volta alla commissione di furti di mezzi d’opera di ingente valore per il successivo riciclaggio.




Furti nei cantieri dell’A2. L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Palmi, ruota su una serie di furti commessi ai danni di imprese private, alcune delle quali subappaltatrici di lavori dell’Anas lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Furti di camion ma anche di escavatori ed altri mezzi per il movimento terra. Mezzi per un valore di oltre un milione di euro recuperati e restituiti ai legittimi proprietariSono nove i mezzi di cantiere, in particolare escavatori ed altri mezzi per il movimento terra, provento di furti, per un valore di oltre un milione di euro, recuperati dalla Polizia stradale e restituiti ai proprietari.

I nomi. Agli arresti in carcere sono finiti: Salvatore Schiavone di Laurena di Borrello, Pasquale Napoli di Melicucco, Rocco Pesce di Rosarno; ai domiciliari Antonio Panzitta di Rombiolo, Gaetano Rao di Rosarno, Vittorio Schiavone di Brescia, Rocco Minzoturo di Cinisello Balsamo; obbligo di dimora per Antonio Zangari di Polistena e Angelo Navarra di Rombiolo.