Lamezia Multiservizi in crisi, sindacati e lavoratori favorevoli alla gestione giudiziaria per il risanamento

L’unica possibilità valutata e consigliata dai sindacati sarebbe quella di andare sotto la gestione del Tribunale al fine di sanare i conti

Una crisi della quale si discute da molto e che ancora oggi è stata oggetto di un momento di discussione tra lavoratori e sindacati. Si tratta della vicenda che ruota intorno al futuro della Lamezia Multiservizi che da tanto sta vivendo una situazione di crisi. “Si sta valutando se andare verso il concordato preventivo in continuità, è una delle opzioni possibili” aveva dichiarato il presidente Eliseo Bevivino. L’unica possibilità valutata e consigliata dai sindacati sarebbe quella di andare sotto la gestione del Tribunale al fine di sanare i conti.




L’assemblea si è tenuta oggi alla presenza del segretario generale Cisl Salvatore Scalzi, della Uil Benedetto Cassala, della Cgil Gianfranco Sodano, Domenico Fraone e Michele Chirumbolo della Uiltrasporti. Nonostante siano regolarmente assunti e con tutte le mensilità pagate mantengono le preoccupazioni per le sorti della società. Sindacati e dipendenti si augurano che il lavoro portato avanti dal presidente Bevivino possa dare maggiore tranquillità ai lavoratori. Cgil, Cisl e Uil, unitariamente, manterranno alta l’attenzione affinchè arrivi chiaro il messaggio che sono “pronti a qualsiasi battaglia a difesa della società”.(f.t)