Vertenza Lsu-Lpu, la commissione Bilancio della Camera boccia l’emendamento “salva-precari”

Non passa il provvedimento presentato dal Partito democratico. I 50 milioni necessari alla stabilizzazione al momento non saranno inseriti nella manovra

La commissione Bilancio della Camera ha bocciato nella notte l’emendamento proposto dal Pd che avrebbe permesso la prosecuzione del percorso di stabilizzazione per circa 4.500 ex Lsu-Lpu della Calabria. I 50 milioni necessari al momento dunque non saranno inseriti nella manovra. Non tutto è perduto perché adesso precari e sindaci sperano che lo scenario possa cambiare in Senato.




Intanto prosegue ad oltranza la protesta degli lsu ed lpu che già da ieri alla stazione di Lamezia Terme hanno attivato un presidio permanente occupando i binari e creando notevoli disagi alla circolazione. “Questa mattina riprenderemo la mobilitazione per gli Lsu-Lpu a Lamezia – scrive Sposato sul suo profilo Facebook -. Non era mai successo un corto circuito istituzionale come ieri, dove le Istituzioni non parlano con le Istituzioni. L’emendamento bocciato ieri sera in commissione Bilancio della Camera è la conferma che il Governo e i parlamentari calabresi 5stelle e lega vogliono scaricare 4500 lavoratori e famiglie per fare cassa sulla pelle dei più deboli”.