“Fai silenzio ca parrasti assai”, il libro di Marisa Manzini verrà presentato a Venezia

Il testo racconta le dinamiche criminali delle cosche del Vibonese, partendo dalle minacce del boss Pantaleone Mancuso (Scarpuni) in Tribunale

In Calabria ha riscosso un successo enorme. Tante copie vendute ed una partecipazione collettiva agli incontri che ha risvegliato il senso dello Stato in diverse località della Regione. Ora, “Fai Silenzio ca parrasti assai”, il libro sulla ‘ndrangheta nel Vibonese scritto da Marisa Manzini e che prende spunto dalle minacce nei confronti della coraggiosa pm da parte del boss Pantaleone Mancuso (Scarpuni) in Tribunale, arriva anche a Venezia.




Questa mattina l’opera verrà presentata agli studenti di due istituti superiori di Mestre-Venezia, l’IIS “G. Bruno” e l’IIS R. Franchetti”. Prenderanno parte all’evento Roberto Gaudio, dirigente scolastico dell’istituto, Antonio Serraino, segretario generale Prov.le Fsp Venezia, le autorità metropolitane e provinciali, Mirko Schio, presidente dell’associazione onlus Fervicredo ed ovviamente l’autrice Marisa Manzini, procuratore aggiunto di Cosenza, che si soffermerà sulle dinamiche criminali delle cosche vibonesi, raccontate nel libro.