Pizzo, il sindaco Callipo pensa alle regionali mentre in città permane il problema dei rifiuti

L’annunciato sostegno del primo cittadino al candidato del centrodestra spinge Sinistra Italiana fuori dalla maggioranza: “Noi coerentemente a sinistra”

E mentre il sindaco Gianluca Callipo è impegnato a riposizionarsi politicamente dopo la clamorosa presa di distanza dal Partito democratico e il contestuale annuncio del sostegno, alle prossime regionali, di Mario Occhiuto (possibile candidato del centrodestra), la città che amministra e dalle quale, per la sua importanza, trae forza elettorale, ossia Pizzo, continua ad essere alle prese con il problema-rifiuti. Le strade sono state ripulite solo in parte, mentre la criticità resta, malgrado le rassicurazioni dell’assessore all’Ambiente Fabrizio Anello.



Al Comune, intanto, si è aperto un altro fronte. Con un comunicato durissimo Sinistra Italiana ha annunciato la sua intenzione di uscire dalla maggioranza con queste motivazioni: “Quella fatta dal sindaco non è sicuramente una scelta di sinistra o di centro-sinistra, campo nel quale il progetto politico-amministrativo condiviso con Callipo aveva finora trovato la sua naturale collocazione e che ci ha visti alleati convinti, leali e sinceri. È una scelta che, al di la delle frasi di circostanza che abbiamo letto sui giornali e delle motivazioni vuote di significato politico, pone Callipo fuori da quel campo progressista e organico in un centro-destra retto da quei partiti che sono i nostri naturali antagonisti politici, alternativi e diversi da noi per, tradizione, cultura, valori, visione della società”. Con tutta probabilità, quindi, l’assessore in quota Sinistra Italiana, Cristina Mazzei,  rassegnerà le dimissioni, o almeno queste sembrerebbero essere le indicazioni del partito.