Possesso di droga e denaro, due arresti nel Catanzarese

Operazione dei carabinieri, supportati dalle unità cinofile di Vibo Valentia e della Guardia di Finanza di Lamezia Terme



Due ragazzi sono stati arrestati a Catanzaro poiché ritrovati in possesso di svariati grammi di sostanza stupefacente. I giovani:  P.S, di 24 anni e G.G, 30 anni detenevano rispettivamente 40 grammi di marijuana il primo e  75 l’altro. Quest’ultimo è stato ritrovato in possesso anche di 22 dosi termosaldate e di 9 dosi di cocaina.

Svariate perquisizioni. Nel corso dei recenti servizi antidroga predisposti dalla compagnia carabinieri di Catanzaro, i militari della stazione di S. Maria e del nucleo operativo e radiomobile, con l’ausilio delle unità cinofile  dei carabinieri di Vibo Valentia e della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, hanno svolto una serie di perquisizioni nei confronti di alcune persone sulle quali si erano focalizzate le attenzioni nei giorni precedenti.




I particolari. In particolare, sono stati arrestati due ragazzi, P.S. 24enne incensurato e G.G. 30enne con precedenti per reati in materia di stupefacenti. Il primo è stato sottoposto a controllo presso la propria abitazione e , nonostante avesse negato ripetutamente di detenere sostanze illecite, è stato trovato in possesso di 2 barattoli contenenti marijuana, per un peso complessivo di circa 40 grammi, di cui uno occultato tra numerosi altri oggetti su una mensola della camera da letto ed un altro ben riposto all’interno di un armadio. Oltre allo stupefacente, è stato recuperato anche un bilancino di precisione.

Soldi e droga. Il secondo individuo, invece, invitato a consegnare spontaneamente eventuali sostanze, ha fatto rinvenire una busta in cellophane contenente Marijuana, per un peso totale di 75 grammi. Inoltre, durante la perquisizione nell’abitazione, sono state trovate 22 dosi termosaldate della stessa sostanza stupefacente, per un peso complessivo di 7 grammi e 9 dosi di cocaina dal peso totale di 3 grammi. Rinvenuti anche 2 bilancini di precisione e oltre 500 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio. I due giovani, terminate le formalità di rito, sono stati temporaneamente sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa dei provvedimenti dell’autorità giudiziaria.(f.t)

Ultima modifica: 9 novembre 2018