Bufera su Gianluca Callipo, due sindaci vibonesi lo attaccano: “Si dimetta dall’Anci”

Raffaele Scaturchio e Francesco Bartone invitano a lasciare la poltrona di presidente dell'Associazione che rappresenta i Comuni italiani: "Ha dimenticato di essere stato eletto con i soli voti dei sindaci del Pd?"



Raffaele Scaturchio e Francesco Bartone, rispettivamente sindaco di Das√† e sindaco di Soriano, attaccano pubblicamente Gianluca Callipo. “Te ne accorgi troppo tardi del presunto fallimento di Oliverio? oppure cosa c’√® sotto?”: chiedono polemicamente al primo cittadino di Pizzo che ha deciso di scaricare Oliverio e di abbracciare Mario Occhiuto. “Ha il sapore dell’inverosimile – aggiungono – l’incredibile dimenticanza del sindaco di Pizzo, eletto presidente dell’Anci con i soli voti dei sindaci Pd guidati dal l’autorevole regia del presidente Mario Oliverio. Stupisce, come Callipo abbia gi√† dimenticato l’atteggiamento di tutto il centro destra regionale in occasione della sua elezione. I sostenitori di Sergio Abramo, sconfitto, decisero di disertare la seduta”.




Per Bartone e Scaturchio, l’atteggiamento di Callipo appare paradossale. “Il problema vero – sostengono – √® che Callipo rappresenta l’esempio peggiore di politica politicante che alla vecchia maniera tenta di sopravvivere indipendentemente dalla tipicit√† delle stagioni. Improvvisamente decide di prendere le distanze da Oliverio per “comparare” con Occhiuto. Perch√©?
Per trovare uno spazio che neanche i generali del PD, suoi ospiti, (Serracchiani, Lotti, ecc ecc ) gli hanno potuto garantire? Siamo convinti fermamente che Callipo sia una persona oltremodo seria. Magari nel mentre noi scriviamo avr√† gi√† rassegnato le sue dimissioni dal ruolo che la politica da lui sconfessata gli ha regalato. Siamo certi che qualora non l’avesse fatto immediatamente provveder√† a rimuovere una incoerenza manifesta che non pu√≤ essere accostata nemmeno per un attimo alla sua elegantissima persona”.

Ultima modifica: 9 novembre 2018