Il Sistema bibliotecario vibonese in testa alla classifica regionale dei finanziamenti

Grande soddisfazione è stata espressa da Gilberto Floriani, direttore del polo culturale di Vibo: "Un risultato che certifica la sempre maggiore qualità del lavoro e della capacità progettuale"



A pochi mesi dalla pubblicazione del bando per finanziare interventi tesi al funzionamento delle biblioteche e degli archivi storici, il Dipartimento Istruzione e Attività Culturali della Regione Calabria rende nota la graduatoria provvisoria degli interventi a sostegno del Sistema Bibliotecario Calabrese 2018. Grande soddisfazione è stata espressa da Gilberto Floriani, direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, che in una nota sottolinea quale importanza assuma il risultato raggiunto non solo per il Polo culturale del Vibonese, ma anche e soprattutto per la rete di biblioteche che con il Sistema cooperano: “Il Sistema Bibliotecario Vibonese – afferma Floriani – è doppiamente felice dell’esito perché nella graduatoria in questione è risultato primo in assoluto e questo in qualche modo certifica la sempre maggiore qualità del suo lavoro e della sua capacità progettuale”.

L’importanza delle biblioteche. “Il sostegno alle attività di rete di questo bando – spiega – non è risolutivo, ma va riconosciuto all’amministrazione regionale di aver finalmente focalizzato il tema dell’importanza delle biblioteche per lo sviluppo culturale della Calabria. Si esprime fiducia che la sinergia tra istituzioni e sistema bibliotecario, biblioteche, biblioteche scolastiche, archivi, possa produrre sempre migliori risultati e che il sostegno con i fondi Pac o di bilancio da parte della regione diventi un impegno annuale”.

Patrimonio culturale. La dotazione finanziaria di un milione di euro di fondi Pac 2014/2020 prevista dal bando del 28 giugno scorso, è destinata in particolare a finanziare azioni per la tutela, la valorizzazione e la messa in Rete del patrimonio culturale materiale e immateriale dei Comuni, dei Sistemi bibliotecari territoriali, delle biblioteche scolastiche, ma anche delle biblioteche di interesse locale; a proposito di queste ultime, così si era espresso l’assessore regionale alla cultura Maria Francesca Corigliano all’atto della pubblicazione del bando: “Quest’anno si è voluto fortemente inserire nel bando anche le biblioteche di interesse locale, riconosciute dal Dpgr ai sensi della legge 17/85, per dare modo sia alla Biblioteca civica di Cosenza che a quella di Soriano calabro di accedere ai finanziamenti”.

Ultima modifica: 8 novembre 2018