Bomba d’acqua nel Catanzarese, mattinata di terrore e persone in salvo sui tetti (VIDEO)

Sfiorata l'ennesima tragedia a Simeri Mare, teatro di una nuova, violenta ondata di maltempo. Decine di persone tratte in salvo dall'intervento dei vigili del fuoco e dei carabinieri



E’ stata l’esondazione di alcuni corsi d’acqua, ingrossati dalla pioggia battente, a provocare l’interruzione della strada statale 106 e l’allagamento di decine di villette estive a Simeri Mare, nel Catanzarese. Stamane si e’ sfiorata l’ennesima tragedia. Sono state decine le persone tratte in salvo da Vigili del Fuoco e Carabinieri a causa dalla violenta ondata di maltempo che ha interessato la zona. Diversi automobilisti sono stati tratti in salvo dalle loro automobili, bloccate sia sulla strada statale 106 che nelle strade interne. L’acqua ha superato il metro di altezza e ha allagato tutto con violenza. Solo il pronto intervento di Vigili del Fuoco e Carabinieri ha scongiurato vittime.




Tragedia sfiorata. Molto critica la situazione nella zona residenziale di Simeri Mare, dove le abitazioni, per fortuna in gran parte disabitate in questo periodo, sono state completamente allagate. Molte persone hanno trovato riparo sui tetti e nei piani alti e sono ancora in corso interventi di soccorso per raggiungere tutte le zone isolate. Chiuse le scuole di localita’ Roccani, nel territorio di Simeri Crichi. Sono esondati tutti i corsi d’acqua della zona. Il torrente Fegato ed i fiumi Alli e Simeri hanno invaso ogni cosa con una violenza ed una portata inauditi. Da pochi minuti la statale 106 e’ stata riaperta, ma il traffico e’ comunque notevolmente rallentato.

Mattinata di terrore. Le strade trasformate in torrenti, la gente rifugiata sui tetti delle abitazioni o nei piani alti dai fabbricati per sfuggire all’acqua che in alcuni punti ha superato anche un metro. E’ stata una mattinata di terrore a Simeri Mare, nel Comune di Simeri Crichi, vicino a Catanzaro, dove l’esondazione di due fiumi, conseguente ad un violento nubifragio, ha determinato l’allagamento di alcuni villaggi turistici oltre all’interruzione della strada statale 106 e della linea ferroviaria ionica. Si e’ quindi sfiorata l’ennesima tragedia. Decine le persone tratte in salvo da Vigili del Fuoco e Carabinieri, fra cui diversi automobilisti bloccati nelle loro vetture sia sulla statale 106 sia nelle strade interne. Molte persone hanno trovato riparo salendo sulle case e, data l’impraticabilita’ delle strade, i Vigili del Fuoco del nucleo Speleo alpino fluviale (Saf) sono intervenuti con i gommoni. Sono stati il torrente Fegato ed i fiumi Alli e Simeri che, straripando, hanno invaso strade ed abitazioni.

Ultima modifica: 6 novembre 2018