Sanità, Scura sblocca le assunzioni: in arrivo 1336 unità tra medici, infermieri e amministrativi

La parte del leone la recita l’Asp di Reggio Calabria dove arriveranno ben 308 unità. In molti casi, però, si tratta di stabilizzazioni e di applicazione del turnover per il personale che andrà in pensione

Nel pianeta sanitario regionale qualcosa finalmente si muove. Il Commissario regionale ad acta per il Piano di rientro, Massimo Scura, ha dato il via libera per una straordinaria e corposa infornata di assunzioni che riguarderanno tutte le Aziende sanitarie provinciali calabresi. Sono 1.366 gli innesti di peronale tra medici, infermieri, tecnici, amministrativi e altre figure. Anche se in molti casi si tratta di stabilizzazioni e applicazione del turnover per il personale che andrà in pensione. Ma è già qualcosa. L’incremento di spesa a carico del servizio sanitario sarà di 18 milioni e 885 mila euro, una volta a regime.

Asp di Reggio Calabria. Tra le Aziende calabresi è quella della “città dello Stretto” a registrare, nel decreto di Scura, il maggior numero di assunzioni: ben 308. Così suddivise: 38 per l’assistenza territoriale (compreso il direttore del Suem 118); 15 per l’ospedale di Locri (10 medici, più cinque altre figure non sanitarie), 5 per l’ospedale di Gioia Tauro. Ancora: 6 assunzioni a Melito Porto Salvo (con un medico), 2 biologi e 3 medici a Polistena. Infine, 70 amministrativi, 91 infermieri e 53 Oss., 15 dipendenti andranno al dipartimento prevenzione, 3 al distretto tirrenica e 5 ai centri di salute mentale.




Asp di Cosenza. Saranno assunti 205 unità. All’ospedale di Cetraro/Paola andranno 10 medici, 2 tecnici radiologia e 2 di laboratorio. A Rossano/Corigliano arriveranno 1 direttore di cardiologia, 9 medici, 1 biologo, 1 tecnico di radiologia e 2 di laboratorio. Ad Acri 2 medici. Per il presidio spoke di Castrovillari 3 primari e 9 medici, 2 biologi e 3 tecnici di laboratorio e 1 radiologo. A Rossano/Trebisacce e Cariati arriveranno 4 medici (nefrologia e dialisi). Altri quattro medici sono stati assegnati alle case della salute di Cariati, Lungro e San Marco Argentano. Inoltre, l’Asp cosentina potrà contare su 16 nuovi dipendenti al dipartimento prevenzione, 17 figure nei vari distretti, 90 infermieri, 3 per il centro di salute mentale, 12 amministrativi, 6 psichiatri e altre 5 figure.

Asp di Catanzaro. I posti riservati per l’Asp di Catanzaro sono 155. Di questi 19 medici, 1 biologo, 2 ortottisti, 2 ostetriche e 4 tecnici (3 laboratorio) andranno all’ospedale di Lamezia. 6 medici (fra cui uno per Ortopedia), 1 biologo e 1 tecnico di laboratorio a quello di Soverato. A Soveria Mannelli 3 medici e 2 tecnici. Concludono il quadro 42 infermieri e 34 Oss.

Vibo Valentia. Per l’Asp vibonese previsti 138 assunzioni. Intanto ci sono 13 unità per l’assistenza territoriale, 4 per il dipartimento prevenzione, 30 amministrativi, 27 infermieri e 13 Oss. All’ospedale Jazzolino andranno 11 medici, 1 biologo e altre 7 figure sanitarie e tecniche di radiologia e di laboratorio. Sei medici a Tropea e 3 a Serra San Bruno.

Asp di Crotone. 138 caselle da coprire a Crotone. Così suddivisi: medici 14, infermieri e Oss 48, tecnici 7, amministrativi 14, altre figure 85.

Gli ospedali. La parte del leone la recita il presidio ospedaliero “Annunziata di Cosenza” che avrà 81 unità, di cui 30 medici (fra cui due per il pronto soccorso e 4 in anestesia e rianimazione) e 3 biologi. A questi vanno aggiunti 3 amministrativi 35 infermieri e 2 Oss. A seguire l’ospedale “Riuniti” di Reggio: saranno 36 medici, fra cui otto per il reparto di ostetricia e ginecologia, 30 Oss e 5 infermieri. Al Policlinico di Mater Domini di Catanzaro ci saranno 113 assunzioni: 49 infermieri , 34 Oss, 28 medici e anche un tecnico di laboratorio. Il “Pugliese-Ciaccio” avrà 102 unità in più: 20 Oss, 15 infermieri,  circa 40 medici (4 chirurgia plastica). Infine, spazio per 2 biologi per il nuovo centro trasfusionale.