Anisap e Federlab: “Rimuovere il commissario Scura per salvare la sanità calabrese”

Appello delle due associazioni che riuniscono le strutture ambulatoriali private calabresi, al ministro della Salute affinché rimuova dall’incarico il commissario

“Rimuovere Scura e salvare la sanità calabrese”. Nuovo appello di Anisap e Federlab, le due associazioni che riuniscono le strutture ambulatoriali private calabresi, al ministro della Salute affinché rimuova dall’incarico il commissario. Venerdì prossimo tutti i laboratori rimarranno chiusi in segno di protesta e nella sala Calipari del Consiglio regionale, a Reggio Calabria, si terrà una manifestazione aperta ai cittadini e alla quale hanno già annunciato le loro adesione diversi esponenti politici e rappresentanti della società civile.




“La dissennata gestione commissariale dell’ingegnere Scura che deciso di non acquistare dai privati accreditati le prestazioni ambulatoriali di cui i calabresi hanno bisogno – affermano le associazioni – sta costringendo la povera gente a pagare le prestazioni o a non curarsi. Tutto ciò mette in pericolo centinaia di posti di lavoro, distrugge quel poco di sanità calabrese che funziona. Da undici mesi le strutture private accreditate non vengono pagate”.

LEGGI QUI | Sanità, i parlamentari del M5s al ministro della Salute: “Scura va licenziato”