Orrore a Briatico, migrante trova cane morto a bordo strada e tenta di arrostirlo per mangiarlo

Un giovane nigeriano denunciato ai carabinieri da una volontaria di un’associazione animalista. Lo stava cuocendo su una brace insieme ad altri connazionali

Trova un cane morto ai bordi della strada strada e lo porta nella struttura d’accoglienza che lo ospita per arrostirlo e mangiarlo. Non è una fake news ma è quanto realmente accaduto in un centro di accoglienza per migranti di Briatico, nel Vibonese. 

A denunciare l’episodio è stata una volontaria di un’associazione animalista che si è accorta di quanto stava avvenendo e ha segnalato il caso ai carabinieri della locale Stazione. Intervenuti sul posto i militari hanno sorpreso il giovane migrante africano di nazionalità nigeriana intento a cuocere il cane su una brace improvvisata per consumarlo con altri connazionali.

Fermato dai carabinieri il nigeriano ha negato di aver ucciso l’animale confermando l’intenzione di volerlo mangiare perché nel suo paese la carne di cane è un piatto molto apprezzato tra la popolazione. Ovviamente i militari hanno dissuaso l’immigrato, avviato le indagini su quanto accaduto e trasferito l’immigrato nel centro di accoglienza di Nicotera.