‘Ndrangheta, l’annuncio di “Libera”: “A Vibo la giornata in memoria delle vittime”

Approvata all’unanimità la proposta avanzata dai familiari delle vittime innocenti. L’appuntamento è per il 21 marzo

L’assemblea regionale di “Libera” , ha approvato all’unanimità la proposta avanzata dai familiari delle vittime innocenti della ‘ndrangheta, di celebrare la prima giornata regionale della memoria e dell’impegno a Vibo Valentia il 21 marzo. Come è stato annunciato, la XXIII Giornata Nazionale di quest’anno sarà celebrata a Foggia con il tema: “Terre: solchi di verità e di giustizia”.

Il messaggio di don Ennio Stamile. “Il 21 marzo – spiega don Ennio Stamile, referente regionale di “Libera” – è un appuntamento che vedrà altri 4.000 luoghi significativi sparsi in tutta Italia, dove migliaia di cittadini, studenti, rappresentanti delle istituzioni si ritroveranno per ascoltare la lettura dei circa mille nomi delle vittime. La sofferenza degli innocenti contribuisce ancora di più ad allargarne il mistero. Dinanzi ad essa restiamo muti, disorientati, consapevoli della nostra fragilità e piccolezza”.

Vibo castello

Perchè a Vibo. Il territorio vibonese, spiega don Stamile, “vive un momento davvero drammatico della sua storia. Criminalità organizzata diffusa e radicata, traffico di stupefacenti, racket ed usura, omertà, collusioni e corruzioni che hanno raggiunto negli anni scorsi apparati istituzionali preposti al loro contrasto, violenza e sparatorie nelle strade causate anche da problemi legati alla devianza giovanile, disoccupazione, lavoro nero o sottopagato e molti altri che ben conosciamo. Dinanzi a questa drammatica realtà – aggiunge – occorre non cedere alla tentazione di accusare gli altri per le loro mancanze, bensì interrogarsi prima ed impegnarsi poi, sul quel fronte che don Luigi Ciotti ha definito “il morso del piu'”. In virtù di ciò, siamo continuamente invitati a chiederci cosa ancora possiamo e dobbiamo fare”. 

LEGGI QUI | L’allarme di Libera: “Nel Vibonese ‘ndrangheta asfissiante e fallimento delle Istituzioni”

LEGGI QUI | ;’Ndrangheta a Vibo, scontro tra Curia e Borrello: “Ignora cosa è Libera e cerca visibilità”