Odissea Tonno Callipo, oltre 12 ore per arrivare a Verona tra voli annullati e guasti al treno

La squadra di Vibo, impegnata stasera nell’anticipo della dodicesima giornata di Superlega. Ha raggiunto la città scaligera a mezzanotte dopo una serie incredibile di imprevisti

Più che un viaggio, una vera e propria odissea tra voli annullati, treni rotti, coincidenze perse e imprevisti vari. E’ arrivata intorno a mezzanotte a destinazione la Tonno Callipo, impegnata stasera alle ore 20.30 a Verona nell’anticipo della dodicesima giornata di Superlega. La trasferta scaligera dei giallorossi non poteva iniziare peggio.

Voli cancellati. Tutta colpa dello sciopero dei trasporti che ha comportato due voli annullati ma anche di un guasto alla locomotiva del treno Intercity che avrebbe dovuto condurre la comitiva giallorossa almeno fino a Roma. Un venerdì nero, insomma. Che il viaggio della Callipo non sarebbe stato semplice lo si era capito già alla vigilia. La società giallorossa si è vista infatti cancellare nel giro di poche ore ben due prenotazioni. La prima, effettuata alcune settimane fa, riguardava il volo aereo da Lamezia Terme a Milano Linate. Volo Alitalia annullato per lo sciopero e che ha costretto il team manager Giuseppe Defina ha trovare una rapida alternativa, tra l’altro low-cost. Quando la comitiva era pronta a fare le valige e a salire a bordo dell’aereo della Rayanair per Orio al Serio, provincia di Bergamo, ecco il secondo imprevisto. Volo annullato addirittura via mail alla vigilia della partenza.

Guasto al treno. A questo punto, scartata l’ipotesi di un lungo ed estenuante viaggio in pullman, non restava che il treno. Via quindi alla prenotazione dell’Intercity per Roma con partenza da Lamezia Terme alle ore 11. Ed è da qui che è iniziata per davvero l’odissea dei giallorossi. Giusto il tempo di salire sul treno, compiere qualche chilometro ed ecco l’altro, incredibile colpo di scena: guasto alla locomotrice e stop al viaggio. Treno fermo per circa due ore alla stazione di Amantea. All’ora di pranzo la ripartenza con la certezza di aver perso la possibilità di arrivare nel tardo pomeriggio a destinazione.

Malore al passeggero. Persa la coincidenza, la comitiva ha quindi deciso di scendere a Napoli e di cambiare strategia prendendo un treno Freccia Rossa diretto a Milano. Tutto inutile perché la sfortuna si è ancora accanita sui giallorossi. Lungo il tragitto un paziente ha accusato un malore. La Callipo è dunque arrivata a Bologna ben oltre le 21 e poi in pullman ha proseguito per Verona dove è giunta a destinazione intorno alla mezzanotte.

Un’odissea di dimenticare. Ora gli uomini di coach Tubertini avranno poche ore per smaltire i nervi e la stanchezza del lungo, incredibile ed estenuante viaggio. Alle 20.30 scenderanno in campo con l’obiettivo di raddrizzare un week end partito davvero nel peggiore dei modi sperando che il viaggio di ritorno sia meno complicato e, magari, addolcito da una vittoria.

LEGGI QUI | Odissea Tonno Callipo verso Verona, volo cancellato e guasto alla locomotrice del treno

LEGGI QUI | Treno bloccato ad Amantea, Codacons: risarcimento automatico