Migranti, nei primi tre mesi del 2017 quasi 25mila arrivi

Nei primi tre mesi del 2017 sono giunti in Italia via mare 24.515 migranti. Vibo e Reggio Calabria tra i principali porti italiani di sbarco

Nei primi tre mesi del 2017 sono giunti in Italia via mare 24.515 migranti, di cui 11.075 nel solo mese di marzo (+29% rispetto allo stesso periodo del 2016). Nel 2016 gli arrivi via mare furono complessivamente 181.440, il 18% in piu’ rispetto al 2015. E’ quanto emerge nel report dell’Agenzia Ue per i Diritti fondamentali, che ha sede a Vienna. L’Agenzia cita dati forniti da Frontex e dal Viminale.


I dati. Dal primo gennaio al 21 marzo 2017 in Grecia sono arrivati via mare circa 3.370 migranti. Circa 8mila persone sono bloccate in Serbia e non riescono ad entrare in Ungheria. Nel primo trimestre 2017 circa mille migranti sono giunti in Spagna. In Austria e Svezia si registrano circa 2mila arrivi ogni mese. In Germania circa 14mila arrivi mensili. Il 90% dei migranti arrivati in Italia nel 2016 e’ partito dalla Libia, il 7% dall’Egitto. Nel 2016 le principali nazionalita’ dei migranti arrivati in Italia furono nigeriani (piu’ di 37mila) ed eritrei (piu’ di 20mila).

I porti di sbarco. Nel 2017 le principali nazionalita’ dichiarate dai migranti al loro arrivo in Italia sono: Guinea (13%), Nigeria (12%), Bangladesh (11%), Costa d’Avorio (10%), Gambia (9%), Senegal (8%), Marocco (5%), Mali (5%), Somalia (3%), Eritrea (2%). I principali porti italiani di sbarco sono: Augusta (6.765 migranti), Catania (3.570), Pozzallo (2.530), Trapani (2.370), Reggio Calabria (1.850), Lampedusa (1.365), Messina (1.270), Palermo (975), Cagliari (900), Vibo Valentia (610), Porto Empedocle (250).

*foto di repertorio



In questo articolo: