‘Ndrangheta, politica e massoneria, Gratteri: “Molte volte sono la stessa cosa” (VIDEO)

E sui pentiti il procuratore della Repubblica di Catanzaro, durante la presentazione a Vibo del suo ultimo libro, “Padrini e padroni”, aggiunge: “Sono importanti, ma da soli non bastano”

“Padrini e padroni”…Esiste un filo rosso che ricostruisce i cambiamenti nella ‘ndrangheta dall’Unità d’Italia fino ad oggi nell’ultima fatica del magistrato  Nicola Gratteri, procuratore della Repubblica di Catanzaro e di Antonio Nicaso. Vicende, fatti, intrecci attraverso cui si delineano scenari capaci di far cadere steccati e convinzioni diffuse. L’opera è stata presentata questo pomeriggio a Vibo Valentia, al cospetto di una platea gremita che non si è trattenuta dal rivolgere una serie di domande al noto magistrato. A cominciare dalla necessità di ritrovare la speranza per un territorio in preda alla violenza criminale.

In tal senso, a precisa domanda, Gratteri non ha mancato di evidenziare alcuni aspetti relativi al contributo dei collaboratori giustizia: “Sono importanti ma da soli non bastano”.