Tropea Festival, da “Europe Direct” uno sguardo dal Sud ad un’Europa più vicina e unita”

I Sei giorni di dibattiti e incontri, con oltre 180 appuntamenti e 300 ospiti e la letteratura protagonista nel suo rapporto con le arti, le scienze umane, la politica, la musica, i media e le nuove tecnologie, il territorio. Tra questi al “Tropea Festival, Leggere & Scrivere”, in programma dal 3 all’8 ottobre a Vibo Valentia, protagonista anche il centro “Europe Direct” del Comune di Vibo Valentia, che ha voluto partecipare attivamente all’organizzazione ed alla programmazione del Festival per la straordinaria attenzione che la manifestazione dedica alle priorità ed ai temi dell’agenda europea.

La dichiarazione.  “Il supporto come Ufficio di rappresentanza sul territorio calabrese delle Istituzioni europee – sottolinea il Responsabile del centro, Maurizio Lovecchio – si è tradotto, quindi, in una integrazione di eventi ed appuntamenti dall’elevato spessore culturale all’interno delle sezioni del Tropea Festival sapientemente organizzato dal Sistema Bibliotecario Vibonese cui va il nostro ringraziamento. In particolare come “Europe Direct” abbiamo suggerito una sotto sezione dal titolo “Letture dal Fronte” per dare voce e spazio ad intellettuali e protagonisti del mondo culturale che con le loro opere, esperienze e testimonianze possano raccontare un Sud che vale. Un “Fronte”, quello meridionale, che nel contesto Europeo minacciato e lacerato dal ritorno degli ideologismi possa mettersi alla guida di processi di accoglienza ed integrazione per un’Europa più unita,più vicina e davvero senza frontiere”.

Gli appuntamenti. Cinque gli appuntamenti promossi dal centro “Europe Direct” Vibo Valentia con la seguente tematica: dal “Fronte della notizia”, dal “Fronte delle imprese”, dal “Fronte della Letteratura”, dal “Fronte dell’abitare”, dal “Fronte della giustizia”. Lunedì 03 Ottobre, alle ore 16.00 si parte con Il “Fronte della notizia”, al quale interverranno Arcangelo Badolati e Filippo Veltri per dibattere su “Come è cambiata l’informazione in Calabria, raccontata da due giornalisti con alle spalle una lunga esperienza sul campo”.
Si prosegue martedì alle ore 10.00 con il “Fronte dell’industria” e le imprese calabresi sul Fronte Europeo. Intervengono Florindo Rubbettino, Fortunato Amarelli e Domenico Maduli. Modera l’incontro proprio il Responsabile “Europe Direct” Vibo Valentia, Maurizio Lovecchio. Durante il dibattito verranno presentate delle realtà industriali calabresi di successo nel contesto imprenditoriale nazionale ed europeo. Saranno narrate le storie e le esperienze di imprenditori e imprese e come esse oggi affrontano la globalizzazione e la concorrenza in un mercato unico senza confini.

Nel dettaglio. Le notizie dal fronte riprenderanno giovedì 6 alle ore 11.00 con “Il fronte della lettura”. Intervengono Mimmo Gangemi e Gioacchino Criaco. Appuntamento dedicato ai ricordi, alle suggestioni ed ai sogni realizzati e da realizzare dai protagonisti di storie e racconti dal Fronte. Alle 19.00 poi per “Il fronte dell’abitare”, intervengono Enrico Garlaschelli, filosofo e scrittore, e Roberto Bianchi, architetto. Filosofia ed architettura si incontrano nella esigenza condivisa di richiamare l’uomo alla responsabilità di abitare il mondo.
Sabato 8 alle ore 9.00 si chiuderà con le “Notizie dal fronte Giustizia”, ospiti Elio Costa e Armando Veneto con la moderazione di Michele Sirgiovanni, Procuratore Capo di Vibo Valentia. Due letture e due visioni di un unico Fronte. Un avvocato ed un ex Procuratore della Repubblica si confrontano sul tema della Giustizia e su come comprendere e vivere la Giustizia nelle azioni e nei gesti quotidiani.
“Con l’auspicio che da Vibo Valentia – conclude Lovecchio – attraverso il Tropea Festival, possa arrivare forte la voce in Europa che la Calabria ed il Sud sono luoghi di Cultura, di Valori e di Pace”.