Quantcast
Cronaca

Paura a Cosenza. Bang nei cieli per un caccia troppo veloce

864060ca7d11a50891b792b57b58e407-kacb-u1070678878506tse-1024x576lastampa-it.jpg

Un caccia ha infranto la barriera del suono provocando una deflagrazione fortissima. Popolazione in strada per paura del terremoto ma era solo un boom sonico.

Il boato di un caccia alle 14:10 ha fatto sobbalzare tutti. Da Luzzi a Fagnano, da Cosenza a Nocera, in molti si sono affacciati dai balconi spaventati. Terremoto?, uno sparo?, un incidente? Niente di grave. Il caccia che sorvolava i nostri cieli ha infranto la barriera del suono provocando un boom sonico. Il bang si verifica quando un velivolo, ad esempio, viaggia superando la velocità del suono che varia a seconda del mezzo e al variare delle proprietà del mezzo, specialmente con la sua temperatura. Quando un aereo vola attraverso uno strato d’aria alla velocità di qualche centinaio di chilometri all’ora, le molecole non hanno alcuna difficoltà a spostarsi e lasciarlo passare. Se invece un jet supersonico sfreccia attraverso l’aria a una velocità confrontabile con quella delle molecole, esse non riescono a spostarsi e si accumulano, compresse, sulla parte frontale del veicolo, che le spinge in avanti. Possiamo pensare alle molecole di aria come a uno sciame di tanti piccoli insetti: se lo attraversiamo in auto a bassa velocità, riusciamo ad attraversarlo, mentre se viaggiamo a velocità sostenuta, molti animaletti si schianteranno sul parabrezza. L’aria che si accumula davanti all’aereo crea un’onda d’urto, che è sostanzialmente un rumore; questo si propaga in tutte le direzioni. Da terra noi udiamo un rumore secco e assordante: è il fantomatico bang.

Più informazioni