Archivi tag: vibo

L’INTERVISTA | Gradimento sindaci, Costa in lieve calo: “Stiamo dando il massimo”

elio-costa
Facebooktwittergoogle_plusmail

La graduatoria stilata da Ipr marketing per il Sole 24 Ore colloca il primo cittadino di Vibo al 90° posto, ma lui non sembra molto preoccupato. “Se ci fossero le elezioni probabilmente verrei rieletto” Continua la lettura di L’INTERVISTA | Gradimento sindaci, Costa in lieve calo: “Stiamo dando il massimo”

Vibo, i riscaldamenti del Tribunale sempre in tilt: udienze ancora rinviate

Tribunale Vibo Valentia
Facebooktwittergoogle_plusmail

Mancano i riscaldamenti nel nuovo palazzo di giustizia di Vibo Valentia ed il presidente del Tribunale si e’ visto costretto a sospendere tutte le udienze delle cause in materia di lavoro e previdenza in corso. La sospensione e’ stata decisa sino al 30 gennaio prossimo. L’impianto di climatizzazione e’ guasto da giorni e le rigide temperature di questi giorni hanno reso impraticabili le aule di udienza e da qui la decisione di sospendere le udienze. I procedimenti urgenti verranno trattati nei locali del vecchio Tribunale di Vibo Valentia sito su corso Umberto I. A causa della mancanza di riscaldamenti dalla scorsa settimana dal nuovo al vecchio palazzo di giustizia e’ stato spostato anche il processo “Black money” contro il clan Mancuso.

Chiude il figlio al gelo e va a giocare alle slot: condannato a 3 anni e 4 mesi

ostia-bimbo-auto-chiuso-freddo-papa-arrestato-2
Facebooktwittergoogle_plusmail

Responsabile di abbandono di minore e condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione. E’ la sentenza emessa oggi nei confronti di M. A. P., il 33enne che, tra il 7 e l’8 gennaio scorsi, lasciò il figlio di 3 anni chiuso in auto, al gelo della notte, per andare a giocare in una sala slot di Ostia, sul litorale romano. Il giudice Sabina Lorenzo ha confermato la custodia in carcere dell’uomo. Questi, originario di Vibo Valentia, era stato fermato dai carabinieri dopo essere stato rintracciato, intorno alle 4, in un locale del litorale.

Lascia bimbo in auto per giocare alle slot, convalidato fermo del 33enne vibonese (FOTO)

A dare l’allarme era stato il piccolo il quale, intirizzito dal freddo, aveva attirato l’attenzione di una pattuglia di militari dell’Arma. Il minore e’ stato affidato alla madre. Durante l’udienza di convalida il 33enne, padre di quattro figli, aveva ammesso di aver lasciato il più piccolo in macchina per salutare un amico e fare qualche giocata alle slot. Il tutto, a detta dell’uomo, sarebbe durato un quarto d’ora.

Lascia al gelo il bambino in auto e va a giocare in sala slot, vibonese arrestato a Roma

Vibo, cambi di guardia in Questura: Lanciano a capo della Digos

Questura-Vibo
Facebooktwittergoogle_plusmail

Il Commissario capo Marco De Bartolis, trentotto anni, vice dirigente della Squadra Mobile della Questura di Vibo Valentia dal 23 giugno 2014, con decorrenza odierna è stato trasferito alla Questura di Napoli, ove continuerà ad occuparsi di indagini andando a dirigere una delle Sezioni della Squadra Mobile della metropoli campana.

A capo della Digos. Il Questore Filippo Bonfiglio ha invece designato ad assumere la direzione della Digos il trentasettenne Commissario capo Antonio Lanciano. Il funzionario, arrivato alla Questura vibonese nel gennaio 2012, già funzionario addetto alla Squadra Mobile, poi dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e quindi del Commissariato di di Serra San Bruno, da un anno ricopriva in Questura l’incarico di dirigente dell’Ufficio del Personale e dell’Ufficio Tecnico Logistico Provinciale.  A sostituirli nelle rispettive mansioni sono stati chiamati due neo funzionari assegnati alla Questura di via Stanislao Aloe al termine del biennio di formazione svolto presso la Scuola Superiore di Polizia di Roma.

Il vice capo della Mobile.Alla vice dirigenza della Squadra Mobile il Questore ha destinato il Commissario capo Cristian Maffongelli. Trentanovenne, nato ad Agropoli (SA) ma cresciuto a Paola, laureato in Giurisprudenza e in possesso di Master di II livello in Scienze della Sicurezza. Maffongelli è nei ruoli della Polizia di Stato fin dal 1998, avendo esordito quale Agente ausiliario di leva e poi effettivo presso la Questura di Verona; vincitore del concorso per Ispettori, per cinque anni è stato addetto alla Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale di Bologna; con lo stesso incarico, da gennaio 2011 a dicembre 2014 ha lavorato presso il Compartimento di Roma, per poi superare il concorso per Funzionari e frequentare il relativo corso di formazione.

L’erede di Lanciano. Il neo Commissario capo Gianfranco Scarfone, quarantaduenne di Palmi, laureato in Giurisprudenza e in Scienze dell’Investigazione, anch’egli in possesso di master di II livello in Scienze della Sicurezza, sostituisce Lanciano alla guida degli Uffici del Personale e Tecnico Logistico Provinciale. Anche Scarfone proviene dal ruolo degli Ispettori: dopo cinque anni alla Sezione Catturandi della Squadra Mobile di Palermo (ove ha guadagnato una promozione per merito straordinario) ed un breve passaggio alla Questura reggina, nel 2010 è stato trasferito alla Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Palmi, fino al superamento del concorso per Funzionari e alla frequenza del 105° corso formativo.

Vibo, “Notte licei classici” tra tradizione e innovazione. Il ds: “Futuro poggia su solide basi” (FOTO)

notte liceo classico 2
Facebooktwittergoogle_plusmail

Tra filosofia, letteratura, arte e musica per costruire un futuro che poggi le proprie basi su un passato denso di significati, senza trascurare che l’uomo e dunque l’humanitas nel senso autentico del termine, costituiscano il fulcro intorno al quale ruota una vasta gamma di saperi. Queste le premesse che hanno consentito di dar vita anche in città alla “Notte dei licei classici”. Un’iniziativa di carattere nazionale sposata anche dal dirigente scolastico Raffaele Suppa, dagli studenti e dai docenti del “Morelli” che hanno saputo proporre richiami ad un passato non immerso in un’atmosfera favolosa ed inarrivabile, ma capace di fornire stimoli alle future generazioni. A chiarire tali concetti, docenti universitari, attori di livello nazionale, ma anche e soprattutto gli studenti del liceo classico che – diretti dalle docenti Continanza, Marino e Melecrinis – hanno saputo allietare con la musica ed un’ambientazione adeguata la serata.

notte liceo classico 1Di sicuro, l’apertura dei cancelli della scuola ha costituito un grande successo. Centinaia di persone, tra queste il sindaco della città Elio Costa, hanno varcato l’ingresso dell’antico istituto per assistere alle numerose esibizioni. Gli allievi del laboratorio teatrale hanno esordito con la recitazione di alcuni versi dell’Antigone, nota tragedia di Sofocle ed hanno concluso la serata con il Lamento di Danae, sulle orme del poeta Simonide. In mezzo, il ricordo di Tullio De Mauro, il linguista recentemente scomparso e la performance dell’attore Dario Costa che, accompagnato al pianoforte dal maestro Emilio Aversano, ha presentato la Fantarca di Giuseppe Berto. Tra un intermezzo musicale e l’altro, la lectio magistralis di alcuni accademici dell’Unical: da Vito Teti e Romeo Bufalo. Non è mancato il consueto buffet con cibi ispirati al mondo classico.

notte liceo classico topInsomma, dibattiti, conferenze tese a risvegliare le coscienze e ad evitare il tramonto di quegli ideali classici che inevitabilmente si traducono, anche nel terzo millenio, in insegnamenti concreti, in “paideia”. Concetti esplicati dal dirigente scolastico che ha chiarito come “un liceo classico, capace di accogliere tutte le novità del terzo millennio, costituisca il perno di una conoscenza umanistica propedeutica a tutti i progressi in campo scientifico e tecnologico. Bisogna saper proporre ai ragazzi modelli e linguaggi – ha concluso Raffaele Suppa – che sappiano stimolare la loro creatività, e i loro interessi. Il futuro, d’altronde, si costruisce su solide basi, ponendo l’uomo al centro di ogni interesse, ed evitando di rimanere irretiti nella cultura dell’effimero oggi predominante”.

Tragedia sfiorata nel Vibonese: cacciatore ferito e trasportato in ospedale

fucile che spara
Facebooktwittergoogle_plusmail

Un giovane è rimasto ferito ad una gamba, per cause in corso di accertamento, durante una battuta di caccia nelle campagne di Arena. Il ferito, che ha 21 anni, è stato soccorso e trasportato nell’ospedale di Serra San Bruno e, successivamente, trasferito nell’ospedale di Vibo Valentia, dove è stato ricoverato nel reparto di chirurgia. Il giovane è stato anche sottoposto ad un intervento chirurgico. Le sue condizioni, comunque, non sarebbero gravi. La polizia ha avviato le indagini per ricostruire la dinamica di quanto è accaduto.

Mareggiate sulla costa vibonese, appello alla Regione: “Verifica urgente dei danni”

Tropea-mareggiata-lido-distrutto
Facebooktwittergoogle_plusmail

Il maltempo che in questi giorni si è abbattuto sulla costa calabrese ha causato gravi danni materiali agli stabilimenti balneari. La forte pioggia e le intense mareggiate hanno distrutto attrezzature e impianti mettendo a nudo tutte le debolezze sull’erosione costiera causando così danni ingenti alle strutture turistiche su entrambi i litorali. Sul versante tirrenico le zone più colpite dalle mareggiate sono quelle di Tropea e Ricadi, con danni a diverse strutture turistiche e ad alcuni tratti della zona marina di Tropea.

Tropea devastata dalle mareggiate, Mangialavori chiede interventi urgenti

Tropea-mareggiataQuadro inquietante. Uniforme è lo scenario che si è presentato per tutto il litorale. Un quadro inquietante, cui si aggiungono le preoccupazioni dettate dalle previsioni meteo marine per tutto il resto della settimana. Superata l’emergenza, occorre ora capire come potere intervenire. Si rischia, mentre si avvicina la stagione estiva, di lasciare in ginocchio gli imprenditori balneari, già provati dalla generale situazione di crisi, con gravi ripercussioni sull’economia di territori che vivono soprattutto di turismo.

Tropea, spettacolare mareggiata nella zona del lungomare: ecco le immagini

L’appello. “Il problema – afferma Il coordinamento provinciale CNA Balneatori – non riguarda solo le imprese turistiche, ma l’intera economia turistica costiera regionale.  Da qui la nostra richiesta alla Regione affinché si attivi al più presto per una verifica della situazione”.

Tropea-MareggiataStagione estiva a rischio. La CNA Balneatori incontrerà a breve le aziende colpite e tutti gli operatori del settore, ritenendo che le problematiche dei singoli siano le problematiche di tutti. “Solo con un lavoro di squadra – aggiungono i componenti del coordinamento CNA Balneatori – si possono dare risposte ai numerosi quesiti. Sono necessarie misure concrete e di buon senso che possono essere messe in campo in tempi molto brevi. Occorre che tutti capiscano che la possibilità che le imprese turistiche balneari investano, producano ricchezza e occupazione, oltre che qualità turistica, rappresenta un traino fondamentale per il rilancio della costa e la sua salvaguardia”.

Mareggiata a Tropea, stagione turistica a rischio. Piserà chiede stato calamità naturale

Auto in fiamme nel Vibonese: a fuoco la Smart di 34enne di Pizzo. Indagini dei carabinieri

auto_fiamme4_0
Facebooktwittergoogle_plusmail

Altra auto in fiamme nel Vibonese. L’ennesimo incendio si è verificato stavolta nel rione Stazione di Pizzo Marina. Il rogo ha interessato una Smart Cabrio di proprietà di un 34enne del posto, P. C., organizzatore di eventi in una discoteca del Catanzarese. L’auto è andata quasi completamente distrutta nonostante il pronto intervento dei Vigili del fuoco giunti dal distaccamento di Vibo Marina. Non sarebbero state rinvenute tracce di liquido infiammabile per cui, tra le ipotesi, dell’incendio c’è anche il cortocircuito. I carabinieri del Norm di Vibo Valentia hanno comunque avviato le indagini. Il 34enne aveva subito l’incendio di un’altra autovettura cinque anni fa.

*Foto di repertorio

Maltempo in Calabria, temperature ancora sotto lo zero nelle Serre Vibonesi (TABELLA)

Il lago Arvo ghiacciato
Facebooktwittergoogle_plusmail

Restano ancora rigide le temperature in Calabria. Le minime registrate durante la notte dall’Arpacal, l’agenzia regionale per l’ambiente, vanno dai – 14,2 riscontrate in Sila ai meno 1,8 gradi di Cosenza ed ai 0,2. Temperature sopra lo zero ma sempre basse a Catanzaro e Vibo Valentia (2 gradi) e Reggio Calabria (3,6). Capo Vaticano e Scilla (7 gradi) le città più “calde.” In alcuni centri anche stamane le scuole sono rimaste chiuse per decisione dei sindaci. Per quanto riguarda la viabilità, la Polstrada non segnala, al momento, nessun problema. L’Anas ha comunicato la cessata emergenza neve anche sull’autostrada A2, anche se la situazione potrebbe cambiare nelle prossime ore.

minime_notte_stazioni

Anziana donna trovata morta in casa nel Vibonese. E’ il secondo caso nel giro di pochi giorni

tonnara Pizzo
Facebooktwittergoogle_plusmail

Un’altra anziana donna trovata morta in casa. Dopo Vibo Marina (LEGGI QUI), Pizzo. E’ qui che questa mattina i Vigili del fuoco del comando provinciale di Vibo Valentia hanno rinvenuto il corpo senza vita di una 94enne, Maria Rosaria Loiacono, che abitava da sola in via Savastano alla Marina.

Di lei si erano perse le tracce da quattro giorni e così i vicini hanno allertato i carabinieri della Stazione, giunti sul posto agli ordini del maresciallo Paolo Fiorello. Per entrare all’interno della casa è stato necessario però l’intervento dei Vigili del fuoco che hanno forzato una finestra e una volta nell’abitazione hanno fatto la triste scoperta.

La signora Loiacono era priva di vita, morta già da qualche giorno. A constatare il decesso sono stati i sanitari del 118 chiamati dai carabinieri. Sul corpo della donna non sono stati trovati segni di violenza per cui appare chiaro il decesso per cause naturali.

Vibo Marina, anziana donna picchiata e derubata in casa. Indagini dei carabinieri

Vandali in azione a Vibo, una fontana danneggiata in piazza Municipio

fontana-rotta-piazza-municipio
Facebooktwittergoogle_plusmail

 

Vandali nuovamente in azione a Vibo Valentia. Questa volta nel mirino dei malviventi non finiscono le fioriere e neppure i vasi o l’acquario, ma una fontana posizionata nei pressi del liceo artistico “D. Colao” in piazza “Martiri d’Ungheria”. Si tratta dell’ennesimo episodio di danneggiamento alle opere pubbliche di una città alla quale forse servirebbe quanto prima l’attivazione del tanto decantato sistema di videosorveglianza.

fontana-rotta-piazza-municipio

 

 

 

VOLLEY | Coppa Italia, Tonno Callipo a caccia dell’impresa. Kantor: “Crediamoci” (VIDEO)

tonno-callipo-kantor
Facebooktwittergoogle_plusmail

Giallorossi impegnati nei quarti di finale della competizione tricolore a Civitanova Marche. Sfida ad eliminazione diretta. In palio la qualificazione alla Final four Continua la lettura di VOLLEY | Coppa Italia, Tonno Callipo a caccia dell’impresa. Kantor: “Crediamoci” (VIDEO)