Vibo, i lavoratori part-time della Dusty proclamano lo stato di agitazione

"A tale determinazione – scrive lo Slai Cobas - si è giunti dopo la riunione nella sede sindacale tenuta dai medesimi lavoratori ancora assunti in regime di part-time.



I lavoratori part-time della Dusty, ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti nel vibonese, hanno proclamato lo stato di agitazione. Lo Slai Cobas, che sostiene i lavoratori, fa sapere cha la causa è il “mancato rispetto degli accordi che prevedevano il ripristino dei diritti già acquisiti”.




A tale determinazione – scrivono dal sindacato – si è giunti dopo la riunione nella sede sindacale tenuta dai medesimi lavoratori ancora assunti in regime di part-time.

Per lo Slai Cobas, la proclamazione dello stato di agitazione “è il primo passo in vista di ulteriori e più articolate proteste e ha tra i suoi scopi quello di sensibilizzare non solo la parte aziendale ma anche le istituzioni trattandosi di una problematica che altrimenti rischierebbe di cadere nel dimenticatoio”.

Ultima modifica: 13 settembre 2018