A Bagaladi i carabinieri scoprono una vasta piantagione di canapa indiana

Le piante, che immesse nelle piazze di spaccio reggine secondo gli investigatori avrebbero fruttato diversi milioni di euro, sono state distrutte in loco



I carabinieri della Stazione di Bagaladi, nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato al rinvenimento di piantagioni di canapa indiana effettuato con il supporto dei colleghi Cacciatori Calabria di Vibo Valentia, hanno rinvenuto, in localitĂ  Maru Micu di Bagaladi, una vasta piantagione composta da oltre 5.300 piante della varietĂ  “skunk” in perfetto stato di maturazione e pronte per la raccolta.

La piantagione, messa a coltura in un’impervia localitĂ  preaspromontana, era organizzata in quattro piazzole recintate da rete metallica e irrigate da un impianto a tempo collegato ad una piscina installata nelle vicinanze e ben protetta dalla vista di occhi indiscreti grazie alla folta vegetazione circostante. Le piante – che immesse nelle piazze di spaccio reggine secondo gli investigatori avrebbero fruttato diversi milioni di euro – sono state distrutte in loco

Ultima modifica: 10 agosto 2018