Vibo, un successo la prima edizione del premio sportivo Salvatore La Gamba

A presentare la serata Paolo Amedeo di SportItalia e Sharon Fanello i quali hanno dato il via alla schiera di premiazioni



È stata la bellissima cornice dello Sporting Club “E. Colloca” di Vibo Valentia a ospitare ieri, lunedì 6 agosto, la prima edizione del premio “Salvatore La Gamba”, uno sportivo d’altri tempi venuto a mancare qualche anno addietro, che amava il calcio e lo sport in generale ma che, allo stesso tempo, sapeva dare il meglio di sé anche fuori dal campo.

All’iniziativa hanno preso parte diversi personaggi del panorama sportivo e giornalistico sportivo nazionale e regionale, come i dirigenti di Vibonese, Reggina e Cosenza; il vicepresidente della Tonno Callipo Volley Calabria, Giacinto Callipo; l’ex tecnico tra gli altri di Reggina, Bologna e Parma Franco Colomba; l’ex calciatore di Reggina, Juventus, Bari, Chievo, Roma e Campione del Mondo con la Nazionale italiana nel 2006 a Berlino, Simone Perrotta; il giornalista sportivo Francesco Repice; l’ex responsabile dell’ufficio marketing della Juventus e l’agente – tra gli altri – di Giorgio Chiellini, Carlo Diana e il campione di ciclismo Claudio Chiappucci. Spazio, inoltre, anche alla solidarietà, con la presenza di Rosita Terranova, mamma di un bimbo disabile molto impegnata nel sociale che, da sempre, promuove iniziative per la tutela del mondo della disabilità.




A presentare la serata ci hanno pensato Paolo Amedeo di SportItalia e Sharon Fanello i quali, dopo aver letto un ricordo di Salvatore La Gamba scritto dal figlio Francesco, organizzatore dell’iniziativa, apparso visibilmente emozionato, hanno dato il via alla schiera di premiazioni, non prima però del dibattito con due sportivi che hanno lasciato il segno della Calabria calcistica come Simone Perrotta e Franco Colomba, insieme ai tempi della Reggina. Proprio Simone Perrotta ha ricevuto dal team manager della Reggina, Piero Praticò, il premio “Una vita per lo sport”, mentre a Franco Colomba è andato il premio “Allenatore giovani promesse”, consegnatogli da Vincenzo Insardà, presidente della delegazione provinciale di Vibo Valentia della Lega nazionale dilettanti.

Successivamente, si è passati alla consegna del “Premio solidarietà” a Rosita Terranova da parte di Elisabetta Carioti del Comitato paraolimpico italiano – Sezione di Vibo Valentia; del premio “Manager sportivo”, andato a Carlo Diana e consegnato dall’onorevole Vincenzo Pasqua; del premio “Ciclismo”, andato a Claudio Chiappucci; del premio “Giornalismo, una vita per lo sport” a Francesco Repice e consegnato dal prof. Domenico Mobilio, decano dei giornalisti della provincia di Vibo Valentia; del premio sezione “Miglior squadra della Serie D” alla Vibonese e consegnato da Raimondo Bellantone, vice sindaco di Vibo Valentia; del premio “Squadra volley e sociale” alla Volley Tonno Callipo e consegnato dal presidente dello Sporting Club a Giacinto Callipo, figlio del patron Pippo Callipo e del premio “Miglior Club di Serie C” al Cosenza. Presente alla manifestazione anche Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione italiana allenatori di Calcio. Main sponsor dell’evento è stato il noto brand Acqua degli Dei. Inoltre l’iniziativa ha avuto anche lo scopo di far promuovere il turismo e l’enogastronomia calabrese e diverse aziende agroalimentari calabresi partner dell’evento hanno fornito un ricco buffet nella cena di gala del premio.

Ultima modifica: 9 agosto 2018