Lamezia, operazione “Golf Tours”: il gip rimette in libertà Mario Maruca

Il gip di Crotone ha rimesso in libertà uno dei soggetti coinvolti nell’operazione “Golf Tours”, Mario Maruca, a cui è stata restituita anche l’azienda di proprietà, sequestrata durante l’operazione   Read More



Il GIP di Crotone ha rimesso in libertà uno dei soggetti coinvolti nell’operazione “Golf Tours”, Mario Maruca, a cui è stata restituita anche l’azienda di proprietà, sequestrata durante l’operazione

Finiscono i domiciliari per Mario Maruca, che ritorna in libertà. Maruca era stato coinvolto nell’operazione in cui la Polizia di Lamezia e la Mobile di Catanzaro, su coordinamento della Procura lametina, avevano eseguito 12 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di soggetti che avrebbero fatto parte di una associazione per delinquere finalizzata a commettere furti e ricettazione. A Maruca era stata sequestrata anche l’ azienda, una segheria, intestata al figlio, che per gli inquirenti sarebbe stata  la base logistica dell’organizzazione.

Il gip del Tribunale di Lamezia Terme, per quanto riguarda la posizione di  Maruca, ha mandato gli atti al Tribunale di Crotone, ritenuto competente per territorio. Nel corso dell’udienza, la difesa ha contestato le accuse rivolte all’assistito, “con riferimento alla presunta appartenenza del Maruca all’ipotizzata associazione per delinquere”, evidenziando “la completa estraneità del Maruca all’associazione per delinquere ipotizzata”. Per quanto riguarda la segheria, secondo il legale  “dagli atti emergerebbe non solo che i locali della segheria non sono stati la base operativa dell’organizzazione, ma ancor di più che l’attività di impresa è del tutto estranea alla vicenda”. Il gip di Crotone ha deciso di revocare i domiciliari e restituire l’azienda all’imprenditore. (f.t)

Ultima modifica: 11 luglio 2018