Controlli sul territorio, furto aggravato: un arresto nel Reggino

I militari dell’Arma accertavano la presenza 4 carcasse relative ad altrettante autovetture radiate per la distruzione e precedentemente a lui intestate



Un arresto, una denuncia in stato di libertà, 288 persone e 245 veicoli controllati, vari esercizi pubblici ispezionati, elevate sanzioni amministrative per oltre 4.500 euro, nei numerosi controlli effettuati dalle oltre 50 pattuglie impiegate sul territorio. È questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Palmi nel corso dell’ultimo fine settimana, attraverso una incisiva attività di prevenzione e repressione dei reati in genere.




In particolare, i Carabinieri della Stazione di Seminara hanno arrestato D.L., 30enne, del posto, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per la detenzione domiciliare emesso dalla Procura di Palmi, poiché riconosciuto colpevole di furto aggravato commesso a Taurianova nel giugno 2015.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Scido, hanno deferito in stato di libertà A.A, 65enne, perché responsabile di gestione non autorizzata di rifiuti poiché, in un terreno di sua proprietà sito in località Filesi di Scido. I militari dell’Arma accertavano la presenza 4 carcasse relative ad altrettante autovetture radiate per la distruzione e precedentemente a lui intestate, che lo stesso non aveva rottamato secondo modalità previste per smaltimento rifiuti speciali, limitandosi ad accantonarle nel proprio terreno.

Ultima modifica: 15 giugno 2018