Comune, Vibo Unica: “Utilizzare i soldi delle multe per migliorare il manto stradale”

La replica dell'assessore ai Lavori Pubblici Lorenzo Lombardo: "E' stato già disposto dalla giunta"



“Utilizzare i proventi delle multe per migliorare il manto stradale, anche della frazione marina, oltre che per installare, potenziare e mettere a norma le relative barriere”.
Questo l’obiettivo di un ordine del giorno del gruppo di Vibo Unica sottoscritto da tutti i consiglieri comunali.




La premessa. “E’ notorio lo stato di degrado delle strade del territorio comunale e delle frazioni che si presentano con innumerevoli buche e, pertanto, con evidenti criticità collegate all’inadeguatezza del manto stradale e che, dunque, necessitano di urgente manutenzione; Che con l’avvicinarsi della stagione estiva, con conseguente maggiore afflusso turistico annesso soprattutto nelle frazioni marine, appare necessario provvedere alla manutenzione delle strade di proprieta’ dell’ente, all’installazione, all’ammodernamento, al potenziamento, alla messa a norma e alla manutenzione delle barriere e alla sistemazione del manto stradale delle medesime strade comunali, con particolare riferimento a Vibo Marina, Bivona, Porto Salvo intervenendo, in maniera definitiva e permanente, al pristino totale dell’asse viario interessato con intervento di schiarifica totale, ripristino del sottofondo, rifacimento del binder ed estendimento del tappetino al fine di garantire un intervento definitivo e duraturo nel tempo, sui tratti stradali più critici da individuarsi sulla scorta di segnalazioni e relazioni già effettuate dalla Polizia Municipale, ed evitare danni e/o pericoli a persone e/o cose e per dare decoro all’immagine del territorio Comunale di Vibo Valentia; che a tale incombenza, può farsi fronte mediante le specifiche previsioni di cui all’art. 208 CDS comma 4 lettera c; che invece, alle esigenze di controllo della viabilità potrebbe ovviarsi magari mediante l’istituzione di un presidio permanente di Vigili Urbani nella zona costiera (Vibo Marina o Bivona) attraverso una più misurata organizzazione dei turni di servizio dei Vigili Urbani già in forza all’Ente”

Chiaro l’obiettivo di Vibo Unica, considerato che dal bilancio di previsione 2018/2020 approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 22 del 26/03/2018, in termini di competenza (cap. 3900 entrate), si rinviene uno stanziamento utilizzabile a detto scopo per l’importo di €. 85.000,00 e che il preminente interesse pubblico connesso all’iniziativa che consentirebbe la realizzazione di interventi di riparazione e messa in sicurezza di alcune strade comunali insistenti nelle su citate frazioni al fine di evitare danni a persone e/o a cose ed a tutela del decoro e dell’immagine del territorio Comunale di Vibo Valentia: “Il sindaco e la giunta devono impegnarsi a consentire l’utilizzo del 50% dei proventi delle sanzioni pecuniarie per tali finalità”.

La replica. Immediata la risposta dell’assessore ai Lavori pubblici Lorenzo Lombardo: “Con riferimento alle notizie apparse sulla stampa relativamente alla presentazione di un o.d.g. di Vibo Unica attraverso cui si richiede l’utilizzo del 50% dei proventi delle sanzioni pecuniarie, per infrazione al CdS, al fine di migliorare le condizioni della viabilità comunale, si rappresenta che l’art. 208 del dlgs 285/92 già disciplina il riparto e la destinazione di proventi delle violazioni del CdS. In particolare con D.G.C. n 30 del 02/02/2018 è stata disposta la ripartizione nella misura del 50% all’ammodernamento, manutenzione e messa in sicurezza del manto stradale. Alla luce di quanto esposto, stupisce che il gruppo Vibo Unica sia sfuggito questo semplice particolare e cioè che tali ripartizioni siano già disciplinate dalla legge ed assegnate da una delibera di giunta”.
Infine, “si comunica che sempre la giunta su proposta dell’Assessore Raffaele Manduca conferiva indirizzo al dirigente competente per l’attivazione tempestiva di iniziative volte al miglioramento della sicurezza stradale mediante i reclutamento temporaneo di 4 unità lavorative da destinare a compiti di polizia locale nella frazione Marina”.

Ultima modifica: 13 giugno 2018