Rapina alle Poste di Pizzo, giovane assolto per non aver commesso il fatto

Un 27enne di Ionadi era accusato di essere l'autore di una rapina aggravata compiuta lo scorso 2 settembre a bordo di uno scooter



Assolto per non aver commesso il fatto. Questa il verdetto emesso dal Tribunale collegiale di Vibo Valentia nei confronti di Dario Mantino, il 27enne di Ionadi accusato di essere l’autore di una rapina aggravata compiuta all’ufficio postale di Pizzo lo scorso 2 settembre a bordo di uno scooter rubato poi ritrovato a Vibo Valentia. Per i giudici non fu lui quindi a commettere la rapina ed è così arriva l’assoluzione. Nei confronti del giovane il pm aveva chiesto una condanna a sei anni e tre mesi di reclusione.

Le indagini erano state condotte dai carabinieri che all’interno di un motorino rubato avevano rinvenuto dei caschi, delle calze usate dai rapinatori per coprirsi il volto e delle scarpe. Comparati con le immagini della rapina registrate dagli impianti di videosorveglianza, caschi, calze e scarpe erano risultati gli stessi del “colpo” all’ufficio postale di Pizzo Calabro.

Ultima modifica: 13 giugno 2018