Governo gialloverde senza calabresi: il Pd all’attacco, M5s minimizza

Il segretario regionale uscente dei Dem Ernesto Magorno parla di mortificazione per la Calabria mentre i parlamentari grillini spiegano: "Nulla di grave"



Fa discutere l’assenza di politici calabresi nel governo a guida Movimento 5 Stelle-Lega. In un tweet il senatore del Pd, Ernesto Magorno, scrive: “Il governo Conte ignora la Calabria. Un lungo elenco di sottosegretari, nessun calabrese. Una mortificazione per una regione in cui il M5S ha preso tanti voti”. Parlando con l’Agi, l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara, che è stata la coordinatrice regionale dei pentastellati alle elezioni politiche del 4 marzo scorso, osserva: “Ovviamente non ci sarebbe dispiaciuto avere qualche rappresentante calabrese nominato in alcuni dei ministeri che – spiega la Ferrara – piĂą possono incidere sulle sorti della Calabria, come sanitĂ  e trasporti, ma, indipendentemente dall’essere calabrese o meno, sono sicura – prosegue l’eurodeputata M5S – che tutti gli esponenti del governo nazionale porteranno avanti le istanze di tutte le regioni, Calabria compresa”.




A sua volta, la senatrice del Movimento 5 Stelle, Silvia Vono, sostiene che “si tratta di una questione per nulla grave, per quanto mi riguarda farò tutto il possibile per lavorare a livello nazionale anche per la Calabria in modo da contribuire al cambiamento e alla svolta. Non vedo assolutamente una scarsa considerazione per la Calabria, e poi – aggiunge la Vono – ognuno di noi, come semplice parlamentare, ha la possibilitĂ  e l’opportunitĂ  di lavorare per il territorio. E penso che in futuro potrebbe esserci altre occasioni, inoltre, essendo forza di governo, possiamo comunque lavorare tutti insieme con ministri e sottosegretari”.

Ultima modifica: 14 giugno 2018