Vibo, la Cgil assegna borse di studio: concorso intitolato a Francesco Lamberti Prestia

Martedì la conclusione del concorso denominato “Rompiamo il muro del Silenzio” con la cerimonia che ricorderà il giovane di Mileto scomparso un anno addietro Si terrà martedì 29 maggio la cerimonia conclusiva del Concorso Rompiamo il muro del silenzio, dedicato alla memoria di Francesco Prestia Lamberti, giovane di Mileto prematuramente scomparso un anno addietro. L’episodio …   Read More



Martedì la conclusione del concorso denominato “Rompiamo il muro del Silenzio” con la cerimonia che ricorderà il giovane di Mileto scomparso un anno addietro

Si terrà martedì 29 maggio la cerimonia conclusiva del Concorso Rompiamo il muro del silenzio, dedicato alla memoria di Francesco Prestia Lamberti, giovane di Mileto prematuramente scomparso un anno addietro. L’episodio delittuoso ha lasciato sgomenti l’intera comunità e in particolar modo la famiglia dell’adolescente che ancora si chiede il perché di tanta violenza.

Il concorso promosso dalla Flc Cgil Scuola, che assegna 4 borse di studio, è stato rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie del vibonese ed ha visto la partecipazione di alunni di diversi Istituti della nostra provincia. La Cgil, coadiuvata da diverse *associazioni ed Enti* (Libera, Avis, Cantiere Musicale Internazionale di Mileto, gli Istituti Comprensivi di Mileto e San Costantino Calabro), si è fatta patrocinatrice di un’iniziativa che ha avuto lo scopo precipuo, oltre che di ricordare il giovane, di scalfire il muro di omertà che si creato intorno alla vicenda e svegliare la coscienza critica degli adolescenti del nostro territorio.

“Questo bando – ha inteso sottolineare Teresa Procopio responsabile provinciale della CGIL Scuola – ci aiuta a tenere viva la memoria di ragazzi e ragazze, giovani vittime della barbarie umana, la barbarie dei mafiosi o da parte di persone “comuni” e apparentemente “normali”. Esiste un leg me forte che già ci unisce, al di là di ogni divisione: è la fede,
la speranza che qualcosa possa cambiare per vincere l’indifferenza e l’assopimento di fronte a così tanta violenza. Più volte ci siamo chiesti nel nostro piccolo, che cosa possiamo fare come CGIL, e come FLC CGIL, per tenere alta l’attenzione su questi fenomeni criminosi e prendere le giuste distanze, nonché fornire qualche strumento per contrastare e arginare
questi delitti contro la persona e le cose. Noi rispondiamo alla violenza e sopraffazione con la cultura e la formazione. Siamo giunti alla conclusione che molto si può fare, iniziando da semplici e piccoli gesti come questo Concorso promosso per le Scuole della Provincia di Vibo Valentia, affinché faccia da monito per i giovani e per le giovani generazioni, per affrontare la vita con impegno e coraggio, per essere sempre positivi e propositivi e per non lasciarsi mai andare a cose negative che ci possano far dimenticare la nostra “umanità*”.

L’evento prevede tre momenti distinti:

1. Intitolazione al giovane Francesco di un’aula laboratoriale con relativa targa presso la Scuola secondaria di I grado di Ionadi, *ore
9,00*;

2. Intitolazione al giovane Francesco di un’aula multimediale con relativa targa presso la Scuola Primaria “Morabito” di Mileto, *ore 9,45*;

3. Consegna dei premi e manifestazione finale presso la Fondazione Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime di Paravati, *ore 10,30.*

Ai tre momenti saranno presenti, oltre alla famiglia Prestia Lamberti, diverse personalità del mondo della Scuola, del volontariato, del Sindacato nonché il dott. *Antonio Marziale* Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria che svelerà personalmente le targhe di intitolazione delle aule nelle rispettive sedi scolastiche.

Ultima modifica: 6 giugno 2018