SERIE D | Palmese pazza ed eroica a Messina. Il “Derby della Varia” termina 4-4

Avanti di due gol, i neroverdi vengono raggiunti e superati. Una super doppietta di Vitale nei minuti di recupero garantisce la parità di SIGFRIDO PARRELLO Una pazza ed eroica Palmese fa un rocambolesco 4 a 4 nel “Derby della Varia” giocatosi al “Franco Scoglio” San Filippo della città peloritana, riuscendo a pareggiare solo al quinto …   Read More



Avanti di due gol, i neroverdi vengono raggiunti e superati. Una super doppietta di Vitale nei minuti di recupero garantisce la parità

di SIGFRIDO PARRELLO

Una pazza ed eroica Palmese fa un rocambolesco 4 a 4 nel “Derby della Varia” giocatosi al “Franco Scoglio” San Filippo della città peloritana, riuscendo a pareggiare solo al quinto dei sei minuti di recupero concessi dal Signor Munerati di Rovigo, gettando via una vittoria che sembrava fattibile considerato che la ultracentenaria di mister Alessandro Pellicori era riuscita ad andare sul doppio vantaggio grazie alle reti di Molinaro prima e Gagliardi dopo, entrambi durante il primo tempo.

Promo tempo. Inizio buono per la Palmese che tiene a bada il più quotato Messina anche se rischia col giallorosso Bossa che sfiora il palo alla destra di Capone. Poi avanti la Palmese con Langwa che in piena area di rigore spreca sparando alto sulla traversa. Messina pericoloso al minuto numero 10′ con Rosafio che sbaglia sotto porta mentre al 13esimo il portiere neroverde Capone è bravo a un pericolo in piena area di rigore della Palmese. Gli uomini di Pellicori giocano bene ed al 30esimo passano in vantaggio con Molinaro che supera in velocità Inzoudine e batte Meo. I giallorossi messinesi accusano il colpo così la Palmese raddoppia con Mattia gagliardi al 40esimo che si dimostra bravo e rapido a trafiggere ancora Meo con un piattone preciso. Il Messina sembra allo sbando ed invece nei minuti di recupero accorcia le distanze con il centrocampista Migliorini che con un rasoterra non irresistibile dal limite dell’area di rigore batte Capone. Squadre negli spogliatoi con la Palmese meritatamente in vantaggio.

Secondo tempo. Il Messina parte fortissimo ed al 5′ uno scambio Inzoudine-Lavrendi, quest’ultimo ex grande neroverde, viene sprecato in fase di finalizzazione. I giallorossi spingono così raggiungono il pareggio al 13esimo con Mascari che sfrutta una iniziativa di Cozzolino che salta il suo avversario sulla fascia destra crossando per l’accorrente Mascari che di testa batte Capone e fa 2 a 2.
Il Messina continua ad attaccare costringendo la Palmese alla difensiva così al 19esimo Mascari viene atterrato da Castro, l’arbitro decreta il calcio di rigore che Cucuzza trasforma. La Palmese appare completamente trasformata in negaivo rispetto al primo tempo. Mister Pellicori cerca riparo sostituendo Langwa e Trentinella per Pellegrino e Quiroga cercando così di arginare gli attacchi del Messina. Buona occasione del neroverde Cucinotti che di testa su cross di Vitale manda il pallone alto sopra la traversa. Poi è il messinese Mascari che sfiora la rete da ottima posizione. Altra sostituzione nella Palmese con Monticelli che subentra a Mazzone mentre uno scatenato Molinaro impegna Meo. Al 41esimo arriva la quarta rete del Messina con Rosafio velocissimo a rubare il pallone a Castro per saltare il portiere neroverde Capone e depositare in rete. Da 2 a 0 per la Palmese si passa così al 4 a 2 per il Messina 4 a 2. Cambi a ripetizione per i peloritani mentre la Palmese accorcia le distanze con Vitale al minuto numero 45 con un millimetrico sinistro da dentro l’area di rigore giallorossa. Non è ancora finita perché al quinto dei sei minuti di recupero la ultracentenaria Uesse Palmese getta in campo il cuore riuscendo a pareggiare con Michele Vitale che di testa su calcio d’angolo batte Meo tra l’esultanza della tifoseria neroverde giunta a Messina. Punto d’oro per il neroverdi che adesso, a tre giornate dalla fine del campionato, si lanciano alla ricerca della salvezza diretta, difficilissima ma non impossibile considerato che il Palazzolo adesso si trova sei punti dietro i neroverdi. Ricordiamo che se la squadra classificatasi sest’ultima in classifica supera di otto punti la terz’ultima classificata, si salva direttamente.

MESSINA – PALMESE 4 – 4
MARCATORI: 29?pt Molinaro (P), 40?pt Gagliardi (P), 46?pt Migliorini (M), 13?st Mascari (M), 19?st Cocuzza (M) su calcio di rigore, 41?st Rosafio (M), 45?st Vitale (P), 50?st Vitale (P).
A.C.R. MESSINA 2017 (4-3-3): Meo, Bruno, Inzoudine, Migliorini, Manetta, Bucca (1?st Cozzolino), Rosafio (42?st Carini), Bossa (40?st Iudicelli), Mascari, Lavrendi (45?st Barbera), Ragosta (14?st Cocuzza). A disposizione: Rinaldi, Cassaro, Misale, Prisco. Allenatore: Michele Facciolo (Giacomo Modica squalificato).
U.S. PALMESE 1912 (4-3-3): Capone, Colombatti, Gambi, Mazzone (30?st Monticelli), Castro, Cucinotti, Langwa (25?st Pellegrino), Vitale, Molinaro, Gagliardi, Trentinella (25?st Quiroga). A disposizione: Saitta, Galullo, Lavilla, Armenise, Galliano, Conigliaro. Allenatore: Alessandro Pellicori
ARBITRO:  Alessandro Munerati di Rovigo.
Assistenti: Fabrizio Almanza di Latina e Federico Fratello di Latina.
NOTE: Spettatori 1000 circa (un centinaio i supporters provenienti da Palmi). Ammoniti: Manetta (M), Molinaro (P), Bruno (M), Colombatti (P), Quiroga (P), Cucinotti (P). Corner: 11 a 4 per il Messina. Recupero: 2’pt; 6’st.

Ultima modifica: 28 maggio 2018