Narcotraffico nel Vibonese, torna in libertà uno degli indagati

Facebooktwittergoogle_plusmail

Nell’ambito dell’operazione Stammer 2, i magistrati hanno escluso le aggravanti contestate a Cluadio Tortora

Riassapora la libertà Claudio Tortora, coinvolto nell’operazione “Stammer 2” diretta dalla Dda di Catanzaro, con l’accusa di aver acquistato, ceduto e detenuto un ingente quantitativo di sostanza stupefacente. Il giovane, classe 1990, in una prima fase irreperibile, venne posto agli arresti domiciliari presso il suo domicilio a Mileto.
Il difensore di Tortora, avvocato Francesco Schimio del Fòro di Palmi, ha proposto riesame avverso la misura degli arresti domiciliari innanzi il Tribunale del riesame di Catanzaro. I magistrati hanno escluso le aggravanti contestate a Tortora, annullando nei suoi riguardi l’ordinanza del GUP di Catanzaro del 26 febbraio 2018, con conseguente cessazione degli effetti della misura applicativa degli arresti domiciliari disposti con la medesima ordinanza.

Potrebbero interessarti

marijuana isola Litiga con la moglie e la prende a bastonate, meccanico arrestato
Tiro dinamico, i campioni italiani si sfidano nel poligono di Drapia
regione calabria Edilizia sanitaria, definiti gli interventi per il Patto per la Calabria