Kite surf, una calabrese prova le qualificazioni ai giochi olimpici

La giovane Sveva Sanseverino in Marocco per le qualificazioni  Sveva Sanseverino di Marcellinara ha sedici anni ed è una promettente Kiteboard con diverse competizioni dai lusinghieri risultati in tutto il mondo. Attualmente la giovane atleta è a Dakhla, nel sud del Marocco, per partecipare alle regate di qualificazione ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires …   Read More



La giovane Sveva Sanseverino in Marocco per le qualificazioni 

Sveva Sanseverino di Marcellinara ha sedici anni ed è una promettente Kiteboard con diverse competizioni dai lusinghieri risultati in tutto il mondo. Attualmente la giovane atleta è a Dakhla, nel sud del Marocco, per partecipare alle regate di qualificazione ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires 2018. Questa prima selezione vede i giovani “Riders”, europei ed africani, competere nelle acque della bellissima laguna del Dakhla Attitude.

La nostra Riders da due anni è impegnata nelle regate di TTR (Twin Tip Racing). Quelle di TTR sono gare di velocità dove tecnica, tattica e resistenza sono fondamentali. Inoltre il TTR è stata scelta come disciplina ai prossimi giochi olimpici giovanili in Brasile. Sveva con il suo attuale ottavo posto, nelle classifiche del Ranking Mondiale di TTR, è certamente una promessa italiana in questo genere di competizioni sportive.

Pur vivendo a Napoli, dove frequenta il terzo liceo scientifico presso il “Liceo Mercalli”, Sveva e la sua famiglia sono fortemente legati alla nostra terra. Non è casuale, infatti, che proprio sulle nostre coste tirreniche ha incominciato questa difficile disciplina da quando aveva 10 anni, presso il Circolo Sportivo HLB di Gizzeria, seguendo le orme del papà, per le sue prime uscite in Kite Surf. Nel 2017 ha partecipato alle regate del campionato italiano di TTR; a luglio dello stesso anno le regate del campionato europeo, svoltesi a Gizzeria, e poi con la squadra italiana, nel mese di dicembre,  ha preso parte al Campionato Mondiale svoltosi a Barra Grande in Brasile.

Ultima modifica: 11 aprile 2018