Controlli in centro accoglienza, eroina e cocaina rivenute nel barattolo delle caramelle

Facebooktwittergoogle_plusmail

I carabinieri della Stazione di Chiaravalle Centrale hanno arrestato un 20enne originario della Sierra Leone che custodiva la droga in uno zaino

I carabinieri della Stazione di Chiaravalle Centrale hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Bangura Fuad, 20enne originario della Sierra Leone, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, nell’ambito di un mirato servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, i militari hanno effettuato dei controlli, che hanno riguardato anche il Cas (Centro accoglienza straordinaria), eseguendo numerose perquisizioni personali nei confronti dei soggetti stranieri dimoranti presso quella struttura.

L’attività. Le attività di ricerca, protrattesi per tutta la mattinata, hanno consentito di rinvenire, all’interno dello zainetto in uso a Bangura Fuad, un barattolo di caramelle contenente 12 grammi di eroina e 1 di cocaina, già suddivisa in dosi e pronta per essere ceduta. La droga è stata, quindi, sequestrata e, previo campionamento, verrà inviata presso il Lass (Laboratorio analisi sostanze stupefacenti) di Vibo Valentia, per gli accertamenti qualitativi, mentre il Bangura, espletate le formalità di rito, è stato tratto in arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Soverato. Il gip di turno presso il Tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto, senza disporre ulteriori misure nei confronti del prevenuto.

Potrebbero interessarti

Asp Vibo Asp Vibo, nomina direttore del distretto sanitario. Ferro: “Non è in possesso di tutti i requisiti”
ambulanza Incidente stradale a Catanzaro, ferita una neonata
Hadziosmanovic gela il “Marulla” e la Reggina torna imbattuta da Cosenza