Armi e droga nascoste in casa, arrestate madre e figlia a Gioia Tauro (FOTO)

Facebooktwittergoogle_plusmail

Sono ritenute responsabili di traffico e spaccio di sostanza stupefacente, detenzione abusiva di armi e munizioni, nonché di detenzione di droga

Due donne, Graziella De Luca di 52 anni e Rosita Sposato di 26, rispettivamente madre e figlia, sono state arrestate dalla polizia a Gioia Tauro con l’accusa di detenzione di armi e di droga.

La perquisizione. Durante dei controlli sul territorio per contrastare reati relativi al traffico di droga gli agenti hanno beccato in flagranza di reato le due donne, ritenute responsabili di traffico e spaccio di droga, di detenzione abusiva di armi e munizioni e detenzione di droga. In particolare nel corso di una perquisizione domiciliare gli agenti hanno trovato e sequestrato una busta termosaldata con 496 grammi di cannabis sativa, una pistola Beretta calibro 7,65 con matricola abrasa; un caricatore con 4 cartucce calibro 7,65, una busta con 15 cartucce calibro 7,65 e un coltello di 27centimetri e con lama ricurva da 15 centimetri.

Il precedente. Lo scorso 3 novembre, sempre il personale del Commissariato locale aveva arrestato anche un figlio della De Luca, Vincenzo Sposato.S., 33enne, per reati in materia di stupefacenti. Le due donne, che sono note alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, sono state portate nel carcere di Reggio Calabria a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Potrebbero interessarti

Serie-D-17-18 SERIE D | Pari per Cittanovese e Palmese. Stop del Troina a Gela e campionato riaperto
Volevano riscuotere il compenso di una collaborazione, coppia sequestrata e minacciata
Illuminazione pubblica, prorogati di due mesi i termini del bando regionale