Sbloccati i pagamenti dei tirocinanti calabresi, convenzione tra Regione e Inps

Facebooktwittergoogle_plusmail

Via libera dopo le interlocuzioni tra Governatore, Prefetto di Catanzaro, ministero del lavoro e Inps per l’utilizzo di 15 milioni di euro per le indennità degli ex percettori di mobilità in deroga

Firmata la convenzione tra Regione e Inps per il pagamento dei tirocinanti calabresi. A darne comunicazione è l’ufficio stampa della Giunta regionale che, in particolare, fa sapere che “in riferimento alle iniziative riguardanti le politiche attive/tirocini formativi negli enti pubblici e privati a favore degli ex percettori di mobilità in deroga, questa mattina è stata sottoscritta la convenzione tra la Regione Calabria e l’Inps per l’erogazione degli importi relativi all’attuazione dell’art. 44, comma 6 bis del Decreto legislativo n.148/2015 finalizzati ad azioni di politica attiva avviate dalle Regioni/Province autonome”.

I fondi. La convenzione giunge a seguito delle interlocuzioni tra il Presidente della Giunta Mario Oliverio, il Prefetto di Catanzaro, il ministero del lavoro e l’Inps per l’utilizzo di 15 milioni di euro per il pagamento delle indennità di tirocinio riferite alle mensilità rendicontate a tutt’oggi da parte degli enti utilizzatori. Nei giorni scorsi, il presidente Oliverio aveva chiesto al ministro del Lavoro Poletti di poter anticipare con risorse regionali il pagamento di tre mensilità a seimila disoccupati impegnati nei percorsi di tirocinio formativo in corso in vari enti della Calabria. Dopo la firma odierna della convenzione si potrà dunque procedere da parte dell’Inps alla liquidazione delle mensilità richieste dagli enti utilizzatori. “Ringrazio il ministro Poletti e l’Inps – ha dichiarato il presidente Oliverio – per aver accettato di sbloccare la situazione e accelerare il pagamento ai lavoratori impegnati nei percorsi di tirocinio formativo attraverso questa convenzione in cui la Regione si impegna con risorse proprie a liquidare le spettanze. È stato un percorso in cui il nostro ente ha messo in moto tempestivamente ogni meccanismo utile per andare incontro ai lavoratori impegnati nei percorsi di politiche attive per l’occupazione. È anche giusto sottolineare che la Calabria è la prima regione in Italia ad aver sbloccato i pagamenti degli importi relativi all’attuazione del Decreto legislativo n.148/2015 finalizzato ad azioni di politica attiva avviate dalle Regioni/Province autonome”.

Potrebbero interessarti

stalking Picchia, molesta e minaccia di morte l’ex moglie: arrestato 51enne
Vibonese, squalificato per due giornate Sowe. Stop di un turno per Mengoni
azzarà iil Reggio Calabria, l’amaro commento del segretario generale Uil Nuccio Azzarà