Tonno Callipo, sfida stellare con Perugia. E’ derby italo-russo Antonov-Zaytsev

Facebooktwittergoogle_plusmail

Al PalaValentia si gioca domenica una delle partite più attese della stagione. Sarà sfida nella sfida tra i martelli azzurri, figli d’arte e di origini russe

Tra i molteplici spunti di interesse della partita in programma domenica prossima tra Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia e Sir Safety Conad Perugia, vi è senza dubbio il duello tra schiacciatori italiani: Oleg Antonov da un lato ed Ivan Zaytsev dall’altro. Martelli azzurri, ma con forti connotazioni russe. Entrambi con papà russi, entrambi figli di grandi testimoni di quella che fu la grande Unione Sovietica negli anni 70’ e 80’ capace di vincere tutto a livello mondiale.

Sfida italo-russa. Antonov e Zaytsev, entrambi nati nel 1988, l’anno in cui l’URSS arrivò a conquistare la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Seoul (i due medaglia d’argento anche ai Mondiali di Parigi nel 1986). In quella mitica nazionale militavano Yaroslav Antonov e Viaceslav Zaytsev: il primo opposto, il secondo palleggiatore, due atleti in grado di fare la differenza nei rispettivi ruoli. Una nazionale stellare che arrestò la sua corsa solamente in finale contro gli Usa, una nazionale nella quale militavano anche altri due volti ben noti alla Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Youri Panchenko, vice di Ricci nelle prime due stagioni di Serie A1, e Youri Tcherednik, assoluto protagonista in giallorosso nella stagione 2002-03 con la vittoria della prima Coppa Italia di Serie A2. Una carriera importante quella dei padri di Oleg Antonov e Ivan Zaytsev, con il primo nato in Russia, ma cresciuto pallavolisticamente in Italia, e con il secondo nato a Spoleto nel periodo in cui il padre militava nel club umbro allenato da Carmelo Pittera. Yaroslav e Viaceslav insieme hanno vinto con la nazionale i Campionati Europei di Amsterdam nel 1985 battendo in finale l’Italia all’epoca allenata da Silvano Prandi. Compagni di nazionale negli anni 80’ con la Russia, compagni di nazionale con l’Italia oggi Oleg Antonov ed Ivan Zaytsev che hanno fatto parte insieme della nazionale italiana agli Europei del 2015, alla Coppa del Mondo 2015 e alle Olimpiadi di Rio 2016 (medaglia d’argento come i loro padri 28 anni dopo).

Protagonisti al PalaValentia. E poi i fatti accaduti quest’estate con l’esclusione del campione della Sir Safety Perugia dalla nazionale prima dei Campionati Europei che ha permesso ad Oleg Antonov di essere titolare inamovibile sia nella manifestazione continentale che nella Grand Champions Cup dove è stato il miglior battitore della manifestazione nipponica. Oleg Antonov ed Ivan Zaytsev figli di una grande generazione che ha dato tanto alla pallavolo e che sicuramente daranno spettacolo domenica pomeriggio al Pala Valentia.

Potrebbero interessarti

Regione, primo ok al Bilancio 2018. Il 60% delle risorse destinate alla sanità
Calabria-grandinate-e-raffiche-di-vento Week end all’insegna del maltempo, allerta gialla in tutta la Calabria
Serie C, poker Cosenza al Francavilla: i silani scalano la classifica