Strada provinciale Tiriolo- Gimigliano, vertice in Prefettura

Facebooktwittergoogle_plusmail

La Provincia di Catanzaro prospetta la possibile soluzione per scongiurare l’isolamento

Svuotare le reti di accumulo e limitare il transito ad una sola carreggiata con l’inserimento di barriere jersey per incanalare il flusso stradale. E’ questa la soluzione prospettata dal presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, al tavolo di confronto e coordinamento convocato dal prefetto di Catanzaro, Luisa Latella, in merito alla problematica relativa alla Strada provinciale 40, importante arteria di collegamento tra Catanzaro a Tiriolo, chiusa dopo la caduta massi conseguenti ad una frana.

Scongiurare l’isolamento. L’intento prioritario è quello di scongiurare l’isolamento di residenti e di attività commerciali e produttive, riducendo al minimo i disagi ma nello stesso tempo garantendo il transito in assoluta sicurezza. Al tavolo in prefettura, oltre al presidente Bruno e al vice presidente Marziale Battaglia, i tecnici della Provincia di Catanzaro, rappresentati dal dirigente del settore competente, ingegner Floriano Siniscalco, i tecnici della Protezione civile e dell’Autorità di bacino distrettuale, e i sindaci di Tiriolo Domenico Greco e di Gimigliano, Massimo Chiarella che – afferma Bruno – “assieme alla Provincia si stanno facendo carico di individuare la soluzione più adatta a superare questa ennesima emergenza, tenendo conto delle richieste dei cittadini e del dovere degli enti preposti di mantenere la pubblica incolumità”.

Il confronto. “Un ringraziamento particolare – ha detto il presidente Bruno – va ancora una volta a sua eccellenza il prefetto che continua a dimostrare una grande sensibilità tanto delle istanze dei cittadini quanto delle difficoltà e delle responsabilità degli amministratori, non facendo mai mancare vicinanza e supporto alle Istituzioni”. Il vertice in Prefettura segue il tavolo di confronto aperto ieri in Provincia proprio per venire incontro a quanti risiedono e lavorano in quella zona e risulterebbero danneggiati dalla chiusura prolungata della Strada provinciale 40 che collega Tiriolo al Capoluogo di Regione. Il presidente della Provincia, quindi, ha posto l’attenzione sulla fattibilità tecnica della soluzione prospettata e attuabile dall’Ente attivabile con la somma urgenza, consegnando anche nelle mani del prefetto la delibera con cui l’Ente attiva la procedura di dichiarazione dello stato di calamità naturale con riferimento alla Sp 40 Gimigliano-Tiriolo. Nelle prossime ore, al termine dei controlli tecnici avviati, sarà sciolto il nodo della fattibilità della soluzione prospettata dal presidente Bruno e sostenuta dai sindaci di Tiriolo e Gimiglian

Potrebbero interessarti

Palmese, fanno le valige altri cinque giocatori. In arrivo un argentino
Consiglio regionale, la “rivoluzione” di Irto: “Risparmiati tre milioni di euro”
Calabria-grandinate-e-raffiche-di-vento Week end all’insegna del maltempo, allerta gialla in tutta la Calabria