Il ponte sul fiume Savuto sarà appaltato in poche settimane

Facebooktwittergoogle_plusmail

Un’infrastruttura attesa da oltre 11 anni. L’impegno assunto dal presidente della Provincia di Catanzaro diventa realtà

L’impegno assunto dal presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno diventa realtà in seguito anche alla presa di posizione dei sindaci del comprensorio: Fernanda Gigliotti di Nocera Terinese, Pietro Raso di Gizzeria, Giovanni Costanzo di Falerna (anche nella sua veste di consigliere provinciale) e Leopoldo Chieffallo di San Mango D’Aquino.
Nel corso della riunione convocata questa mattina dal presidente Bruno nella sede dell’Amministrazione provinciale, i quattro sindaci sollecitati in merito dal presidente Bruno si sono espressi in maniera unanime sulla necessità di procedere nella realizzazione del viadotto. A rappresentare la Regione Calabria all’incontro, l’ingegnere Luigi Zinno, dirigente del settore Programmazione. Alla riunione erano presenti: il vice presidente del consiglio regionale, Enzo Ciconte; il vice presidente della Provincia, Marziale Battaglia; il consigliere provinciale delegato alla Viabilità, Ciccio Severino: il dirigente del Settore Infrastrutture della Provincia, ingegner Floriano Siniscalco; l’ingegner Eugenio Costanzo. Al tavolo anche il direttore di Coldiretti, Piero Bozzo e il dirigente di Coldiretti, Giuseppe Ruberto che hanno portato la voce dei cittadini e degli operatori della zona penalizzati dal quasi decennale crollo dell’importante arteria, prima danneggiata dall’alluvione del 2006 e quindi trascinata a valle dall’impeto del fiume Savuto in piena nel 2008. Il presidente Bruno ha ricordato i fatti che hanno portato alla chiusura della Strada provinciale 163/1; il ponte sul fiume Savuto, tra Nocera Terinese e Campora San Giovanni è ceduto a seguito di eventi meteorici eccezionali nei giorni 11 ed 12 dicembre 2008.

Le ingenti risorse per la ricostruzione. La Regione Calabria – ente competente alla messa in sicurezza del fiume – per la ricostruzione del ponte ha stanziato ingenti risorse, assottigliate nel corso degli anni dai 6 milioni a disposizione nel 2011 fino agli attuali 2 milioni e mezzo attuali. La Provincia di Catanzaro ha stanziato in bilancio ulteriori cinquecento mila euro per la realizzazione del ponte per la cui realizzazione è già pronto il progetto esecutivo, che si aggiungono ai 500 mila euro individuati nei fondi gestiti dalla Protezione civile: sarà ora il dirigente del settore Infrastrutture, Siniscalco, a portare avanti gli adempimenti tecnico-amministrativi che porteranno alla gara d’appalto in breve tempo.
Soddisfatti per l’esito dell’incontro i sindaci di Nocera Terinese, Gizzeria, San Mango d’Aquino e Falerna che hanno ringraziato il presidente Bruno per la determinazione impressa nell’affrontare l’annosa problematica. Ringraziamenti anche dalla Coldiretti che guardando all’operato della Provincia ha parlato di un “esempio di buona politica in Calabria” apprezzando “il coraggio del presidente Bruno di dire che il ponte si farà. Realizziamo il ponte sul Savuto: non possiamo più attendere. Le grandi opere e i grandi progetti potranno adattarsi al ponte in seguito. La Provincia di Catanzaro è stata lungimirante nell’impegnare risorse per questa infrastruttura, in momenti particolarmente difficili per l’Ente dal punto di vista finanziario. Adesso, avanti: appaltiamo l’opera”.

Potrebbero interessarti

Palmese, fanno le valige altri cinque giocatori. In arrivo un argentino
Camera di commercio Catanzaro, illegittima la nomina di Rossi. Ecco le ragioni
stalking Picchia, molesta e minaccia di morte l’ex moglie: arrestato 51enne