Centro autistici, De Nisi: “Verità nel verbale”. Vibo ribatte: “Non si è votato nulla”

Facebooktwittergoogle_plusmail

Per il primo cittadino, la priorità andrebbe comunque a Filadelfia se anche le deleghe di alcuni sindaci non fossero valide

“Il verbale della conferenza dei Sindaci mette fine ad una polemica sterile ed inutile a seguito di una votazione avvenuta correttamente e che fuga ogni dubbio sulle priorità del centro di riabilitazione per bambini autistici da realizzare nel Comune di Filadelfia. Ciò che preme evidenziare e’ come questa vicenda apre uno squarcio su di una problematica sinora passata in silenzio e molte volte sottovalutata dagli amministratori comunali: le risorse per i servizi sociali gestiti dai distretti socio sanitari. Da oggi l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Vibo Valentia di cui il presidente del Consiglio Comunale si accredita di aver designato l’assessore, avra’ molti sindaci e molti amministratori che collaboreranno alla gestione di questo delicato settore”. Lo scrive in una nota il sindaco di Filadelfia Maurizio De Nisi a seguito delle tensioni createsi per la presentazione del bando Social Housing con alcuni comuni del territorio e con quello di Vibo Valentia in particolare. 

“Da notare come nel verbale – ha proseguito De Nisi – venga attribuita la priorità al progetto del comune di Filadelfia, conclusasi la votazione 8 a 6 in favore del progetto proposto dal Comune di Filadelfia. Non essendoci un regolamento che vieti le deleghe tra rappresentanti di Comuni diversi, le stesse sono da considerarsi valide per come si è sempre fatto nelle precedenti sedute”.

“Occorre precisare  – ha concluso il sindaco di Filadelfia – che in qualsiasi modo si interpreti la votazione, il risultato non cambia, l’assessore in questo caso per un diversa interpretazione opportunistica dell’argomento vuole considerare valida una sola delega, quindi delle 3 deleghe in favore del Sindaco del Comune di Filadelfia ne varrebbe una sola, per come dallo stesso Assessore Scrugli dichiarato e messo a verbale: “In precedenza le deleghe sono state accettate solamente quando si trattava di una e non di più”. “Si otterrebbe così – ha concluso De Nisi – il risultato di 6 a 5, non essendo valido il voto del comune di Filogaso, per come si evince dal verbale”

La replica dell’assessore alle Politiche sociali di Vibo. “Nella riunione di cui si parla il sindaco di Filadelfia non ha presentato alcun progetto – ha detto Lorenza Scrugli -. Dunque, non si è votato su alcun progetto nè è stata sancita alcuna priorità dalla votazione. Dovrà essere la Regione a farlo. Il progetto, peraltro, dovrebbe avere una destinazione attribuita dall’assemblea dei sindaci dove non è mai arrivato e non da un singolo comune”.  

 

Potrebbero interessarti

Catanzaro-Cosenza, paura per la rivalità tra tifosi. Noto: “Sia una festa dello sport”
Anas Cadono calcinacci sulla strada, interrotto il traffico: in corso la rimozione dei materiali
cittadella Olio, Regione replica a Coldiretti: “Polemica sterile e strumentale”