Rifiuti, il Vibonese avrà la sua discarica: i sindaci hanno scelto Sant’Onofrio

Facebooktwittergoogle_plusmail

L’assemblea Ato ha deliberato: l’ecodistretto sorgerà in località Badioti

Alla fine hanno rotto il silenzio e si sono presentati in Aula per votare i sindaci dei comuni del Vibonese che erano chiamati a scegliere il sito sul quale realizzare l’ecodistretto con annessa discarica. E la scelta è ricaduta sul sito di località “Badioti” a Sant’Onofrio. Nonostante le polemiche, dunque, con 21 voti a favore, 4 astenuti e 3 contrari, la conferenza dei sindaci dell’Ato 4 ha deliberato e si è messo così un punto ad una vicenda che si stava prolungando da mesi, con il rischio che l’Ato vibonese venisse commissariata.

Il dibattito. A votare contrario il sindaco di Vallelonga – aveva anche candidato il suo comune – che sin dall’inizio aveva manifestato tutte le sue perplessità, denunciando anche la presenza di vincoli sul sito di Sant’Onofrio. Un problema che, comunque, sembra essere stato superato dalle spiegazioni e dalla carte presentate dal sindaco Onofrio Maragò. Ora, quindi, si aspetta che si proceda, anche se a leggere il silenzio che ha seguito la deliberazione, i cittadini di Sant’Onofrio hanno iniziato a preoccuparsi.

Il comitato. Da Sant’Onofrio, infatti, la comunità non intende fare passi indietro. Dopo le proteste dei mesi scorsi, il comitato è intenzionato ad andare avanti nella sua battaglia a difesa dell’ambiente, nella convinzione che i danni che la discarica porterà saranno molto più dei benefici. Inoltre, gli stessi hanno ribadito le “contraddizioni” di un progetto che farà arrivare a Sant’Onofrio “mediamente 25 tonnellate al giorno di rifiuti non differenziabili”.

Potrebbero interessarti

Scontro tra un’auto ed un furgone sulla strada statale 106, un morto e quattro feriti
Dems muove i primi passi anche nel Vibonese, l’area Orlando punta sulla “discontinuità”
SERIE C | L’ex Cosenza Caccetta stende il Catanzaro nel posticipo di Catania