Pedopornografia, il Csm sospende il giudice della Corte di appello di Reggio Amato

Facebooktwittergoogle_plusmail

Previsti la sospensione dalle funzioni e dallo stipendio e il collocamento fuori dal ruolo organico della magistratura

La sezione disciplinare del Csm ha disposto la sospensione dalle funzioni e dallo stipendio ed il collocamento fuori dal ruolo organico della magistratura di Gaetano Maria Amato, giudice della Corte d’Appello di Reggio Calabria, arrestato dalla polizia di Messina per pornografia minorile, lo scorso 2 ottobre.

Potrebbero interessarti

A Palmi ritorna il rugby. Domenica 18 Febbraio altro raduno
Rissa in piazza Municipio a Vibo, studente pestato da gruppo di coetanei
wanda-ferro Garanzia giovani, il Pd prepara la presentazione del nuovo bando. Ferro: “Strumento fallimentare”