Emergenza idrica a Catanzaro, per domani sospese le attività didattiche in 12 scuole

Facebooktwittergoogle_plusmail

Nel quartiere Santa Maria, l’Asp assicura : “L’acqua è potabile” e il sindaco  revoca l’ordinanza che ne proibiva l’uso. Continua il servizio autobotte e domani si spera il ritorno alla normalità 

Continuano i disagi determinati dall’interruzione della fornitura di acqua potabile nel centro storico. Il sindaco ha disposto per domani la sospensione delle attività didattiche in dodici scuole della città. In particolare il provvedimento riguarda: i plessi Fontana Vecchia, Mazzini, Maddalena e Carbone dell’IC Catanzaro est; scuola comunale “G.Pepe”; Liceo Cardinale Sirleto; convitto “P.Galluppi”; istituto commerciale “Grimaldi” via Alessandro Turco; liceo scientifico “Siciliani”; istituto tecnico industriale “E.Scalfaro”; Liceo artistico di piazza Le Pera; istituto Magistrale via Acri. Il provvedimento si è reso necessario per motivi igienico sanitari, a salvaguardia della salute degli studenti, dei docenti e degli operatori scolastici, constatata l’impossibilità di usufruire del servizio idrico. Intanto il primo cittadino ha revocato l’ordinanza dell’11 ottobre scorso che proibiva l’uso dell’acqua nel quartiere Santa Maria, considerando che sono venuti meno i presupposti che hanno determinato il divieto.

Ordinanza revocata. L’ordinanza del primo cittadino, infatti, fa seguito alla comunicazione, n° 4757 delle ore 12:22 di oggi, 13 ottobre, ricevuta dall’Asp,  con la quale viene proposta la revoca del dispositivo relativo al non utilizzo dell’acqua destinata al consumo umano per scopi potabili nel quartiere Santa Maria, che era stata emessa a seguito della nota, numero 94363  dell’11 ottobre, che il Dipartimento di prevenzione UO Igiene degli alimenti e della nutrizione dell’Asp aveva comunicato a Palazzo de Nobili. L’Azienda sanitaria, in particolare, ha evidenziato  che  le  ulteriori verifiche effettuate con prelievi di campioni in piazza Procopio, nel cuore del quartiere, hanno determinato la potabilità dell’acqua. Quindi, al momento, non esistono altri motivi che impediscano il normale utilizzo dell’acqua per il consumo umano.

Servizio autobotte. Grazie alla disponibilità della Protezione civile regionale, su richiesta del Comune, proseguirà anche oggi, venerdì 13 ottobre, il servizio autobotte per far fronte alla carenza idrica nel centro storico. Un mezzo sosterà fino alle 17 in Piazza Prefettura, mentre l’altra postazione in Piazza Roma sarà attiva fino alle 12 per l’erogazione di acqua a scopo sanitario nel centro storico. I volontari del Gruppo comunale di Protezione civile e della Geruv, che coordinano il servizio, invitano i cittadini a portare con se bottiglie e contenitori.

La normalità entro domani.  Come già evidenziato nella giornata di ieri, i tecnici comunali hanno provveduto al ripristino del tratto di condotta su cui era stata individuata una perdita. L’erogazione dell’acqua è ripresa regolarmente e la completa normalizzazione del servizio è prevista entro la mattina di domani sabato 14 ottobre.  

Potrebbero interessarti

In ricordo di Fortugno, “ogni colpo inferto alle istituzioni colpisce tutti”
Saint Michel “migra” sul campo della Palmese con rinnovato entusiasmo
Più controlli sulla caccia, in azione le Guardie Ecozoofile: sanzioni per circa 800 euro