Calcio, la Promosport lancia 4 atleti nel settore giovanile

Facebooktwittergoogle_plusmail

Il Centro in questione, è un ente riconosciuto dalla Figc e dal Csi che opera su tutto il territorio italiano con i propri osservatori. Per la Calabria, il referente è il direttore Giovanni Maruca

La Promosport lancia i suoi ragazzi nel palcoscenico nazionale del settore giovanile. Sono 4 gli atleti biancoazzurri, appartenenti alla categoria allievi e giovanissimi, che sono stati selezionati dal Centro Formazione Giovani Calciatori con sede a Torino. Gli atleti in questione sono: Nero Alberto (classe 2002, attaccante), Cannella Simone (classe 2001, esterno di attacco), Fai Gavino Gabriele (classe 2001, esterno di attacco) e Ruberto Marco (classe 2002, esterno di attacco).

La Promosport. Il Centro in questione, è un ente riconosciuto dalla Figc e dal Csi che opera su tutto il territorio italiano con i propri osservatori. Per la Calabria, il referente è il direttore Giovanni Maruca attualmente in forza nell’ASD Gatto e Lio soccer school che da quest’anno ha iniziato la propria sinergia per il settore giovanile proprio con la Promosport. E già alcuni piccoli calciatori della Gatto&Lio sono stati osservati dal Centro Formazione. Gli atleti precedentemente citati da settembre vivono in Piemonte in convitto e stanno portando avanti gli studi oltre che, ovviamente, gli allenamenti con i propri coetanei. Sia il direttore Maruca che il D.G. Promosport Giovanni La Gamba hanno espresso la propria soddisfazione affermando che “siamo orgogliosi di aver dato la possibilità ai nostri ragazzi di mettersi in mostra in questa vetrina nazionale del calcio giovanile. Sono ragazzi dalle ottime qualità atletiche ed umane. E, dunque, hanno tutto il necessario per fare bene. In bocca al lupo a loro e alle rispettive famiglie”.

Potrebbero interessarti

Più controlli sulla caccia, in azione le Guardie Ecozoofile: sanzioni per circa 800 euro
E’ reggino il neo campione di dama internazionale
Capistrano, nuovo “colpo” di scena: nella minoranza resta fuori anche Florio