Emergenza idrica a Catanzaro, vertice in Prefettura

fornitura acqua, regione calabria
Facebooktwittergoogle_plusmail

Sorical ha effettuato nuove analisi per accertare la conformità dell’acqua ai parametri di legge

Su iniziativa del Prefetto di Catanzaro Maria Luisa Latella, si è svolto, questa mattina, un incontro per prendere in esame la problematica che negli ultimi giorni ha riguardato la rete idrica comunale. All’incontro hanno partecipato il sindaco Sergio Abramo, accompagnato dall’assessore alla gestione del territorio, Franco Longo, dal dirigente del settore Gennaro Amato e dal responsabile dell’ufficio acquedotto Antonio Morelli. La Sorical era rappresentata dal dirigente responsabile Tommaso La Porta. In avvio del confronto è stato approfondita l’ordinanza emessa dal sindaco per relativa alla provvisoria limitazione dell’uso dell’acqua erogata nel quartiere Santa Maria: è stato spiegato al Prefetto che i valori non conformi rilevati dai controlli dell’ASP sono derivati, presumibilmente, dall’abbassamento del livello di un serbatoio di raccolta e dalla conseguente immissione in rete di particelle residuali.

Serbatoio pulito. La Sorical ha già provveduto immediatamente alla pulizia del serbatoio e ad effettuare nuovamente le dovute analisi, congiuntamente al dipartimento ASP al fine di verificare il raggiungimento dei valori conformi ai parametri di legge. Dall’esito di tali controlli, i cui risultati si avranno nella mattinata di domani, dovrebbe, quindi, emergere la risoluzione della problematica e quindi si procederà alla revoca dell’ordinanza sindacale che decretava il divieto dell’utilizzo dell’acqua destinata al consumo umano
Il Prefetto ha, inoltre, chiesto ulteriori informazioni sui problemi legati all’approvvigionamento idrico che si sono registrati negli ultimi giorni nel centro cittadino.

La causa del disservizio. I tecnici comunali, incessantemente al lavoro da tre giorni, hanno spiegato che la temporanea interruzione del servizio è stata causata da una forte perdita, evidenziatasi nel quartiere nord, che ha prodotto i disagi sulla rete di adduzione alla zona centro. L’individuazione del punto in cui si è verificata la perdita è stata particolarmente complicata, nonostante l’utilizzo di strumentazioni all’avanguardia messe a disposizione dalle ditte di manutenzione, in quanto non venivano evidenziate tracce in superficie. Allo stato attuale l’area di rottura della condotta è stata accertata, per cui è stato possibile bypassare il tratto di dispersione e riprendere, così, la regolare erogazione dell’acqua. Domani mattina, venerdì 13 ottobre, la situazione dovrebbe sensibilmente migliorare, anche se la soluzione definitiva del problema e il ripristino della funzionalità ottimale potrà avvenire soltanto nella mattinata di sabato prossimo 14 settembre. Fino alla completa soluzione del problema sarà mantenuto il servizio d’emergenza mediante l’utilizzo delle autobotti allo scopo di garantire i servizi essenziali alla cittadinanza. Al termine della riunione, il prefetto Latella e il sindaco Abramo hanno discusso delle altre problematiche concernenti l’intera rete di approvvigionamento idrico della città.

Il servizio autobotte. Il servizio autobotte della Protezione civile regionale, attivato su richiesta del Comune per far fronte ai disagi causati dall’interruzione del servizio idrico nel centro storico, proseguirà fino alle ore 20 in Piazza Prefettura. Sarà disponibile, inoltre, fino alla stessa ora un’altra postazione in Piazza Roma per l’approvvigionamento di acqua a scopo sanitario. I volontari del Gruppo comunale di Protezione civile e della Geruv, che coordinano il servizio, invitano i cittadini a portare con se bottiglie e contenitori.

Potrebbero interessarti

Tribunale vecchio vibo Il ministro della Giustizia annuncia nuove assunzioni: 200 in Italia e 37 in Calabria
Arbitri lega pro, designazioni SERIE D | Il figlio del ministro Graziano Delrio dirigerà la sfida Vibonese-Sancataldese
consiglio-comunale Vibo Valentia Cyberbullismo, approvato un ordine del giorno dal Consiglio comunale di Vibo