Omicidio a Santa Domenica di Ricadi, lascia il carcere Alex Orfei

Facebooktwittergoogle_plusmail

E’ il principale accusato dell’omicidio del trapezista Werner De Bianchi, il trapezista del circo degli Orfei avvenuto nel parcheggio di un supermercato nell’agosto del 2016

Dopo un anno di reclusione, Alex Orfei lascia il carcere e passa ai domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico. Attenderà nella sua casa di Sabaudia, in provincia di Latina, il processo con rito abbreviato che si celebrerà al Tribunale di Vibo Valentia. Così ha disposto il Tribunale del Riesame di Catanzaro accogliendo l’istanza dell’avvocato Salvatore Staiano.

Alex Orfei
Alex Orfei

Omicidio aggravato dai futili motivi. Restano pesanti le accuse mosse dalla Procura di Vibo nei confronti del 32enne accusato dell’omicidio di Werner De Bianchi, il trapezista del circo Royal picchiato a sangue e accoltellato a morte il 13 agosto del 2016 nel parcheggio del supermercato a Santa Domenica di Ricadi. Insieme ad Alex Orfei che deve rispondere di omicidio aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi, sono già stati rinviati a giudizio altri tre rumeni che lavoravano nello stesso circo e che sono accusati di omicidio volontario in concorso. Secondo le ricostruzioni della Squadra Mobile di Vibo Valentia il movente sarebbe da ricercare in un debito di appena mille euro non pagato.

Potrebbero interessarti

cittadella Olio, Regione replica a Coldiretti: “Polemica sterile e strumentale”
Terremoto in casa della Vibonese, si è dimesso Campilongo
Gioca con il fratello e cade nel braciere, bimbo di sette anni ustionato e trasferito a Roma