Riprese televisive delle sedute del Consiglio comunale, il caso arriva in Aula

Facebooktwittergoogle_plusmail

Il gruppo del Pd e Schiavello tra i firmatati dell’ordine del giorno convinti che questo sia uno strumento per rendere partecipi i cittadini

La “trasparenza” torna in Aula, ossia il tentativo è di riportare gli “occhi” delle telecamere a palazzo “Luigi Razza”. Un modo, insomma, per tornare nelle case dei cittadini di Vibo Valentia e condividere con loro le scelte amministrative. Questo l’obiettivo che i consiglieri comunali del Pd insieme ad Antonio Schiavello, tenteranno di centrare nel corso del prossimo Consiglio comunale – convocato per lunedì  (ore 15,30) o il 26 in seconda convocazione (16,30) – durante il quale si “discuterà dell’ordine del giorno – fanno sapere – attraverso cui chiediamo al presidente del consiglio comunale di Vibo Valentia di far effettuare le riprese televisive durante le sedute”.

La richiesta. L’iniziativa nasce principalmente con lo scopo, spiegano “di trasmettere in diretta le sedute del consiglio, al fine di favorire una maggiore informazione e partecipazione ai dibattiti dell’assemblea”. In tal senso, i consiglieri comunali del Pd e Schiavello, ritengono che “la trasparenza debba essere uno dei pilastri dell’amministrazione comunale. Diffondere e trasmettere ciò che avviene in consiglio rappresenta un modo per rendere partecipi i cittadini alla vita pubblica e all’amministrazione della città” e, in questa direzione, concludono i firmatari, “la ripresa consentirebbe a tutti i consiglieri di poter rispondere ai cittadini del loro operato. Un modo, insomma, per conoscere l’attività amministrativa esercitata da ognuno dei consiglieri comunali”.

Potrebbero interessarti

Vibo nuovo ospedale Nuovi ospedali, querelle su commissione d’inchiesta e “Infrastrutture lombarde”
Serie-D-2017-2018 SERIE D | I risultati della settima giornata: il Roccella stende il Messina
Alluvione a Vibo, danni al Lido degli aranci. Per la Cassazione la Provincia non è responsabile