Oliverio annuncia: “Il nostro obiettivo è arrivare a discariche zero”

Facebooktwittergoogle_plusmail

Il governatore è intervenuto alla festa dell’Unità di Rovito affrontando i temi che riguardano la Presila. Sull’impianto di Celico: “non faremo accordi sottobanco”

“Il nostro obiettivo è quello di puntare a discariche zero senza provocare conseguenze di cui debbano pagarne il prezzo la Regione e, quindi, i cittadini calabresi”. E’ quanto ha affermato il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, nel corso del suo intervento alla Festa dell’Unità democratica di Rovito, alla presenza di sindaci, amministratori locali e di tantissimi cittadini giunti dall’intero comprensorio presilano.

Dopo aver sottolineato gli sforzi e i risultati raggiunti nei diversi settori della vita pubblica calabrese in questi primi due anni e mezzo di governo, parlando della discarica di Celico il presidente Oliverio ha detto, tra l’altro: “Sarebbe troppo semplice che la società che gestisce questo impianto ottenesse un provvedimento firmato dal Presidente della Regione le cui conseguenze risarcitorie, dopo qualche mese, ammonterebbero a quattro volte l’utile che l’azienda produce per la gestione dell’impianto. Sarebbe troppo facile e demagogico assumere un tale provvedimento e scaricarlo, poi, sulle tasche dei cittadini calabresi. Noi stiamo lavorando, invece, per la difesa del territorio senza provocare danni alle casse pubbliche regionali. Abbiamo sospeso l’attività di conferimento dei rifiuti nella discarica accogliendo le richieste e le giuste sollecitazioni provenienti dalle popolazioni, dalle forze politiche e sociali, dal Comitato Ambientale Presilano e dai sindaci di questo comprensorio. Il nostro unico obiettivo è lavorare perché il territorio venga rispettato, mantenendo la linea della legalità. Su questa linea stiamo camminando e continueremo a camminare ed è per questo che abbiamo prorogato la sospensione dei conferimenti per altri 60 giorni. La Regione chiede all’impresa che siano rispettate le regole e i requisiti previsti dalla concessione per la gestione di questo impianto. Stiano tranquilli i cittadini di Rovito e della Presila: non faremo mai accordi taciti o sottobanco, perché noi non siamo come quelli che fanno in pubblico un discorso e, poi, in privato, ne fanno un altro, accordandosi con la controparte”. 

Potrebbero interessarti

SERIE D | Stop al mercato, ecco tutti i colpi. Rivoluzione Palmese e ritocchi Vibonese
Bando Grandi eventi, il Tar boccia l’istanza della Esse Emme Music Group
marco-minniti Scioglimento Lamezia, la relazione di Minniti: “Illecita acquisizione di voti”