Traffico di droga sull’asse Sicilia-Calabria, ecco i calabresi coinvolti (VIDEO)

Traffico-di-droga tra Calabria Campania e Sicilia
Facebooktwittergoogle_plusmail

Svelati i 19 nomi e la struttura dell’organizzazione che importava ingenti quantitativi di droga dal Sud America e dalla Calabria


I particolari dell’inchiesta, portata a termine nella mattinata di oggi dalla Fiananza di Palermo e dalla Procura della stessa città, sono stati resi noti nella conferenza stampa tenutasi nella Caserma “Vincenzo Mazzarella” della Guardia di Finanza di Palermo, come riporta l’Agi. Svelata la struttura dell’organizzazione dedita al narcotraffico internazionale e allo spaccio in Sicilia. Importanti collegamenti sono stati scoperti dagli inquirenti siciliani anche con la Calabria. Dalla nostra regione, infatti, arrivavano grosse partite di cocaina verso l’isola. La droga, una volta giunta in Sicilia, veniva distribuita sulle piazze di Capaci, Isola delle Femmine, Partinico, Trapani, Mazara del Vallo, Marsala e Salemi, nonche’ alla organizzazione di “squadre” di pusher. 

LEGGI QUI | Traffico internazionale di droga, 19 arresti tra Calabria, Sicilia e Campania

Nomi. Tre uomini, secondo quanto riporta l’Agi, sono ancora ricercati. Alessandro Bono era al vertice dell’associazione che gestiva il traffico di stupefacenti dal Sud America. Con la complicita’ di alcuni colombiani ha dato avvio ad una serie di trattative con narcotrafficanti operanti in Venezuela, Ecuador e Colombia, per far giungere in Italia ingenti quantitativi di cocaina purissima. L’associazione si avvaleva di corrieri palermitani e calabresi per il trasporto dello stupefacente, tra cui Pietro Balsamo, Carmelo Cutrì e Michele Ferrante, Nino Vittorio Tripodi e Concetta Gangemi. In particolare, il calabrese Morabito riforniva l’organizzazione siciliana di grossi quantitativi di cocaina, che venivano venduti a Bono e a altri membri dell’organizzazione. Le organizzazioni disarticolate erano, peraltro, attivissime nello smercio dello stupefacente sul territorio cittadino e di vaste zone della Sicilia occidentale.

L’ELENCO DEGLI INDAGATI

In carcere

  1. Alessandro Bono, di 38 anni;
  2. Edwin Arturo Molano Hurtado, colombiano di 36 anni;
  3. Giuseppe Mannino, di 30 anni;
  4. Salvatore Faraci, di 49 anni;
  5. Francesco Tarantino, di 32 anni;
  6. Rocco Morabito, di 30 anni;
  7. Carmelo Cutrì, di 29 anni;
  8. Giovanni Sergio, di 29 anni;
  9. Davide Guillermo Naranjo Vasquez, colombiano di 33 anni;
  10. John Jarlin Rosero Murillo, colombiano di 40 anni;
  11. Gloria Sulay Cotazo Zamorano, colombiano di 43 anni;
  12. Salvatore Spatola, di 69 anni
  13. Giuseppe Filippone, di 42 anni.

Ai domiciliari

14. Fabio Chianchiano, di 52 anni;
15. Bennj Purpura, 23;
16. Antonino Vaccarella, 34;
17. Davide Vincenzo Pizzo, 43.

Sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

18. Pietro Balsamo, di 36 anni
19. Ernesto Anastasio, di 30 anni

Potrebbero interessarti

Tentata violenza sessuale e rapina, denunciato un gambiano
Vibonese manifesti anti Tavecchio e Gravina SERIE D | La Vibonese scende in campo. Ingresso gratuito al “Luigi Razza”
Riprese televisive delle sedute del Consiglio comunale, il caso arriva in Aula